24 aprile 2019

Sport

Chiudi

22.03.2019

Cellino in aula: «Per Is Arenas pagai milioni in più»

Massimo Cellino: lo stadio è sempre motivo di pensieri
Massimo Cellino: lo stadio è sempre motivo di pensieri

Massimo Cellino a processo, Massimo Cellino al contrattacco. «Mai saputo nulla di recinzioni. Pensavo ci fosse già una recinzione, così come pensavo ci fosse già l’illuminazione e il campo. Invece oltre ai parcheggi abbiamo dovuto spendere milioni di euro in più. Se l’avessi saputo non avrei mai deciso di andare a Quartu, mi sarebbe convenuto di più portare in charter i tifosi a Trieste per sempre e avrei evitato la prigione». Il presidente del Brescia ha risposto così alle domande del pm Enrico Lussu nel procedimento che lo vede imputato a Cagliari, con altre due persone, per le presunte irregolarità commesse da patron rossoblù nella realizzazione dello stadio di Is Arenas, a Quartu Sant’Elena, scelto nel 2012 come alternativa per l’indisponibilità del Sant’Elia per le gare di Serie A. Una vicenda per la quale Cellino, assieme all’allora sindaco quartese Mauro Contini e all’ex assessore Stefano Lilliu, era finito in carcere per alcuni mesi nel febbraio 2013 su ordine di custodia cautelare. Secondo l’accusa la recinzione sarebbe dovuta essere a carico del Cagliari, ma l’avrebbe in parte pagata il Comune di Quartu. «Abbiamo sborsato milioni di euro in più, ora lei mi chiede di una recinzione e io non so nemmeno di cosa stia parlando», ha detto invece Cellino in aula. «È una vicenda che mi addolora: sono finito anche in prigione, è stata una grossa bufala, frutto della malizia dei nostri tempi. Alla fine ho venduto anche il Cagliari, anzi di fatti l’ho regalato, per non far pagare alla società quello che stavano facendo pagare a me». Quanto al legame con l’ex sindaco di Quartu, l’ex presidente rossoblù, per oltre vent’anni proprietario del Cagliari, ha ribadito: «Contini è un mio amico, ma proprio per fare le cose per bene diedi la procura ad un avvocato: avevo scelto professionisti seri per essere garantito». Dopo Cellino ha parlato davanti al collegio lo stesso Contini. «Avevo chiesto a tutti i dirigenti di fare gli interessi del Comune - ha chiarito - sono orgoglioso di quello che abbiamo fatto per avere lo stadio a Quartu». Il processo proseguirà l’11 aprile e il 28 giugno per ascoltare i testimoni delle difese. Poi la discussione dei pm e dei difensori previste il 26 settembre, il 3 e il 17 ottobre. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Brescia
63
Lecce
60
Palermo
57
Benevento
53
Pescara
50
Hellas Verona
48
Spezia
46
Cittadella
45
Perugia
45
Cremonese
42
Cosenza
42
Ascoli
42
Salernitana
38
Crotone
34
Venezia
33
Foggia
31
Livorno
31
Padova
26
Carpi
26
Ascoli - Venezia
1-0
Brescia - Salernitana
3-0
Carpi - Pescara
0-0
Cittadella - Cremonese
1-3
Cosenza - Spezia
1-0
Foggia - Livorno
2-2
Hellas Verona - Benevento
0-3
Palermo - Padova
1-1
Perugia - Lecce
1-2
Crotone - [ha Riposato]