16 dicembre 2019

Sport

Chiudi

04.11.2019

Cellino punta tutto su Lopez ma deve liberarlo dal Peñarol

Diego Lopez, 45 anni, ex Cagliari: l’alternativa è Fabio Grosso
Diego Lopez, 45 anni, ex Cagliari: l’alternativa è Fabio Grosso

VERONA Difficile che Diego Lopez, se sarà scelto come successore di Eugenio Corini, diriga il primo allenamento stamattina alle 11. Massimo Cellino non ha dubbi: si fida ciecamente dell’uruguayano, 45 anni, che ha avuto a Cagliari per 12 anni da giocatore (314 partite e 7 reti tra il 1998 e il 2010), capitano dal 2007 dopo il passaggio all’Inter di David Suazo, un altro passato sulla panchina del Brescia con l’attuale presidente. Suazo viene esonerato dopo 3 giornate per far posto ad Corini. Mai scelta è più felice, vista la promozione in A ancora nella memoria di tutti. Cellino deve convincere Lopez a lasciare il Peñarol, la squadra di Montevideo in lotta per la vittoria del campionato uruguayano di clausura: dopo 9 giornate ha 20 punti ed è a una lunghezza dalla vetta. Ma il richiamo del presidente è troppo forte. Lopez in queste ore sta insistendo con il Peñarol per liberarsi, volare in Italia e iniziare l’ennesima avventura da tecnico nel nostro Paese dopo quelle con Cagliari, Bologna e Palermo. SOLO CON CELLINO ottiene risultati in panchina. Nel 2012-2013, in coppia con Ivo Pulga (altra conoscenza biancazzurra dell’era celliniana) conquista la salvezza con 6 turni di anticipo. Nella stagione successiva viene licenziato in aprile nonostante abbia 7 punti di vantaggio sulla zona retrocessione. A Palermo, il 26 gennaio sostituisce Eugenio Corini, dimissionario. Ma dura poco. E a Bologna, in B, all’imbrunire della stagione cede il posto a Delio Rossi che condurrà i rossoblù in A dopo i play-off. LOPEZ è legato alla salvezza più incredibile del Cagliari, nell’anno delle vicissitudini dello stadio Sant’Elia, 2012-13, che indusse Cellino a portare la squadra a giocare le gare casalinghe a Parma e Trieste. Una stagione difficilissima, che i sardi chiusero con un bottino di 47 punti. L’alternativa all’uruguayano è un campione del mondo (da giocatore). Fabio Grosso è legato a Italia 2006, il rigore decisivo nella finale con la Francia, il gol dell’1-0 alla Germania nella semifinale di Dortmund. Grosso, 41 anni, ha guidato la Primavera della Juventus vincendo il torneo di Viareggio nel 2016. Al Bari, nel 2017-18, arriva ai play-off ma perde nel turno preliminare contro il Cittadella. E la scorsa stagione a Verona dura fino al primo maggio: la sconfitta in casa contro il Livorno gli costa il posto. Lo rileva Alfredo Aglietti, che porterà l’Hellas in A dopo i play-off. Cellino meditava da tempo l’esonero di Corini. Qualche settimana fa aveva contattato l’ex ct azzurro Cesare Prandelli e Davide Nicola, una promozione dalla B con il Livorno e una miracolosa salvezza in A con il Crotone, ricevendo da entrambi un cortese ma fermo rifiuto. In pole c’è Lopez, il prescelto, il prediletto, l’uomo-salvezza nel momento più difficile anche per il presidente. Stamattina la squadra riprenderà a Torbole. Ancora poco e si saprà con chi. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

V.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
37
Pordenone
28
Frosinone
26
Virtus Entella
25
Cittadella
25
Ascoli
24
Chievoverona
24
Perugia
23
Crotone
22
Salernitana
22
Pescara
21
Empoli
21
Pisa
20
Spezia
20
Cremonese
20
Venezia
19
Juve Stabia
17
Cosenza
14
Trapani
13
Livorno
11
Ascoli - Cittadella
1-0
Chievoverona - Juve Stabia
2-3
Cosenza - Pordenone
1-2
Cremonese - Perugia
2-1
Frosinone - Pescara
2-0
Livorno - Benevento
0-2
Salernitana - Crotone
3-2
Trapani - Pisa
Venezia - Spezia
0-0
Virtus Entella - Empoli
2-0