25 settembre 2020

Sport

Chiudi

20.01.2020

Con i cambi il gioco migliora Pesano i troppi tiri concessi

Romulo e Stefano Sabelli alla conquista del pallone
Romulo e Stefano Sabelli alla conquista del pallone

Una volta tanto limiti e meriti si sono equivalsi. Di buono c’è che il Brescia ha conquistato il primo punto del suo campionato dopo essere andato sotto. Di cattivo c’è che per la sesta volta in stagione non si è riusciti a conservare il vantaggio: la sfida con il Cagliari si aggiunge agli sprechi visti con Bologna, Juventus, Genoa, Lazio e Sampdoria e i rimpianti aumentano. La partita ai «raggi x» dice più Cagliari che Brescia: 11-27 i tiri, di cui 7-22 costruiti grazie a un’azione manovrata. Ma i numeri raccontano soprattutto di un tempo, due uomini e un assetto tattico di partenza regalati ai sardi. Paradossalmente il sistema sulla carta più rinunciatario (il 3-5-2 del secondo tempo) ha dato più frutti di quello creativo (il 4-3-1-2 del primo). Perché? La motivazione sta sempre nelle caratteristiche dei singoli. Le difficoltà del Brescia a costruire gioco si sono viste soprattutto nella mancanza di un trequartista propositivo. Mentre Nainggolan giganteggiava, Spalek ha mostrato tanta inconsistenza. In 45 minuti ha toccato 9 palloni, gli stessi di Olsen, il portiere del Cagliari. Giusto toglierlo quindi all’intervallo. Corretta anche la sostituzione di Ndoj, che ha fallito il gol del vantaggio ma ha sbagliato molto di più in fase difensiva. Il suo approccio ballerino ha lasciato spesso un Mangraviti adattato terzino in balia di Nandez e Faragò. Il gol dello 0-1 nasce proprio da lì, con il mancato presidio della corsia sinistra e la pessima lettura dei centrali difensivi sullo stacco di Joao Pedro. Buon per il Brescia che anche le marcature cagliaritane siano saltate sul colpo di testa di Torregrossa. All’intervallo Corini è passato al 3-5-2 per cercare, attraverso una maggiore stabilità difensiva, di attaccare meglio. Bjarnason e Dessena, che hanno preso il posto di Spalek e Ndoj, sono giocatori di sostanza e non di qualità ma hanno interpretato la gara con un atteggiamento diverso. L’islandese, a differenza del ceco, ha toccato 21 palloni: più del doppio. Dessena, invece, ha macinato chilometri per dare sostanza al centrocampo. Ritoccata anche la posizione di Mangraviti, che tornato centrale ha difeso bene il settore di competenza senza più sbagliare. LA CONSEGUENZA del nuovo assetto è stata la spinta costante di Sabelli. A differenza del primo tempo, quando non era riuscito a mettere il naso oltre la linea mediana, nel secondo ha più volte sostenuto l’azione riuscendo a giocare 26 passaggi nella trequarti del Cagliari. E a fine gara è stato il giocatore con più tocchi di palla (99), davanti a Nainggolan (96). Discorso a parte meritano i gol della ripresa, un colpo di genio di Torregrossa e un rigore regalato (dal Brescia, non dall’arbitro) dopo un passaggio folle di Romulo. In sostanza cambia poco. Limiti e meriti si sono equivalsi e non a caso è arrivato un pareggio. Lo stesso che il Lecce coglieva in casa con l’Inter ma con ben altro peso specifico. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alberto Armanini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Ascoli
0
Brescia
0
Chievoverona
0
Cittadella
0
Cosenza
0
Cremonese
0
Empoli
0
Frosinone
0
L.r. Vicenza Virtus
0
Lecce
0
Monza
0
Pescara
0
Pisa
0
Pordenone
0
Reggina
0
Reggio Audace
0
Salernitana
0
Spal
0
Venezia
0
Virtus Entella
0
Fiorentina - Torino
1-0
Genoa - Crotone
4-1
Juventus - Sampdoria
3-0
Milan - Bologna
2-0
Parma - Napoli
0-2
Sassuolo - Cagliari
1-1
Hellas Verona - Roma
0-0
Benevento - Inter
Udinese - Spezia
Lazio - Atalanta