28 settembre 2020

Sport

Chiudi

16.09.2020 Tags: Brescia Calcio

È un Brescia
internazionale
Parla addirittura
8 lingue

Birkir Bjarnason in azione nell’amichevole disputata sabato con il Milan FOTO UFFICIO STAMPA BRESCIA CALCIO
Birkir Bjarnason in azione nell’amichevole disputata sabato con il Milan FOTO UFFICIO STAMPA BRESCIA CALCIO

Albanese, ceco, finlandese, francese, islandese, slovacco, spagnolo e adesso anche olandese. Il calcio avrà pure modi di comunicare universali ma ultimamente in casa Brescia si fa sempre più collezione di lingue straniere. L’arrivo di Tom van de Looi ne ha aggiunta una che mancava dal 6 febbraio 2013 (giorno dell’ultima presenza in biancazzurro di Ouasim Bouy). L’olandese, appunto. È l’ottava diversa in una rosa dalla vocazione sempre più internazionale. L’identità del club biancazzurro, dunque, non è fatta solamente da giovani del vivaio e promesse costruite in casa, ma anche da stranieri pescati oltre confine per provare a diventare grandi in Italia. Giocatori spesso sconosciuti ai più chiamati a dimostrare di che pasta sono fatti nel calcio che un tempo era il più ambìto, ma che tuttora rimane fra i palcoscenici più prestigiosi nel pianeta del pallone. L’ESTEROFILIA del presidente del Brescia Massimo Cellino è qualcosa di noto, visto che ne ha dato un saggio fin dai primissimi passi mossi nel Cagliari. Non è un caso che uno dei suoi primi acquisti nell’estate del 1992 sia stato Lulù Oliveira, attaccante brasiliano naturalizzato belga che inaugurò una lunga serie di colpi sudamericani. Un ottimo giocatore, fra l’altro, poi protagonista di una carriera di alto livello anche fuori dalla Sardegna. A Brescia si sta ripetendo qualcosa di simile ma con un occhio al nord Europa. Forse nel modo di vedere il calcio del presidente ogni città ha un suo corrispettivo straniero più o meno adeguato. Al Cagliari erano soprattutto uruguaiani, al Leeds italiani, a Brescia nord europei. Gratta gratta, si scopre che la vocazione internazionale del Brescia è qualcosa di meno improvvisato di quanto si possa credere. Ad eccezione della stagione 18/19, quando gli stranieri in rosa erano 6, in tutte le annate vincenti del passato c’è stata un’impronta internazionale evidente. Nel 2009/10 erano addirittura quindici: Mareco, De Maio, Salamon, Martinez, Lopez, Berardi, Vass, Barusso, Saumel, Cordova, Hetemaj, El Kaddouri, Varga, Kozak e Feczesin. E prima ancora, impossibile dimenticarsi le numerose colonie di rumeni (su tutti la coppia Hagi-Raducioiu) della lunga era Corioni. NELLA SERIE B 2020/21 - salvo nuovi inserimenti oltre confine - il Brescia occuperà il terzo posto per percentuale di stranieri in rosa: 10 su 24, Joronen, Chancellor, Mateiu, Ndoj, Spalek, Zmrhal, Skrabb, Bjarnason, Ayé e ora Van de Looi. È il 41,6%, un dato secondo soltanto alla Spal (46,4) e al Chievo (41,9). Quarto il Lecce (37%), quindi Reggina (36,6), Salernitana (33,3) e tutte le altre, fino al 3,7% del Cittadella, squadra a forte impronta italiana (ma allenata da un italo-australiano come Roberto Venturato) che da anni ormai è stabilmente inserita nella corsa play-off. Questo per dire che non esiste una formula matematica «stranieri uguale risultati» ma nemmeno «italiani uguale vittoria». Come sempre saranno molti i fattori da tenere in considerazione. Di certo ci sarà da mettere in conto un periodo di adattamento al calcio italiano per Van de Looi e alla Serie B per Chancellor, Joronen e Skrabb, che nuovi non sono ma non hanno mai messo piede in cadetteria nel resto della loro vita. Le qualità per emergere non mancano, la volontà nemmeno. Il resto dovrà farlo l’amalgama di squadra, un caposaldo della filosofia di Gigi Delneri che nel corso della sua carriera calcistica ha superato ogni genere di sfida. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alberto Armanini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Cittadella
3
Empoli
3
Venezia
3
Pisa
1
Reggio Audace
1
Ascoli
1
Reggina
1
Brescia
1
Salernitana
1
Chievoverona
1
Pordenone
1
Spal
1
Virtus Entella
1
Cosenza
1
Lecce
1
Monza
1
Pescara
1
L.r. Vicenza Virtus
0
Cremonese
0
Frosinone
0
Brescia - Ascoli
1-1
Cosenza - Virtus Entella
0-0
Cremonese - Cittadella
0-2
Frosinone - Empoli
0-2
Lecce - Pordenone
0-0
Monza - Spal
0-0
Pescara - Chievoverona
0-0
Reggio Audace - Pisa
2-2
Salernitana - Reggina
1-1
Venezia - L.r. Vicenza Virtus
1-0