17 febbraio 2020

Sport

Chiudi

26.01.2020

Feralpisalò, la rincorsa prosegue senza i big

Fabio Scarsella è lo spauracchio della Virtus Verona: in tre gare da avversario ha segnato altrettanti golDavide Vitturini, 22 anni: sarà titolare sulla fascia destra
Fabio Scarsella è lo spauracchio della Virtus Verona: in tre gare da avversario ha segnato altrettanti golDavide Vitturini, 22 anni: sarà titolare sulla fascia destra

Non è avversaria per nulla abbordabile la Virtus Vecomp Verona, che oggi riceverà la Feralpisalò al «Gavagnin-Nocini», stadio di piccole dimensioni nella zona di Montorio. Il bilancio delle tre gare precedenti è in perfetto equilibrio: una vittoria, ottenuta lo scorso 15 settembre (2-1 caratterizzato dalle prodezze di Scarsella e Maiorino), un pareggio (1-1 nell’andata 2018/19, con Scarsella a rimediare al 91’) e una sconfitta (1-2 nel ritorno, inutile il gol del solito Scarsella, con Pesce a sciupare un rigore). Ai gardesani mancheranno i due pezzi da 90 come Andrea Caracciolo e Marco Zambelli. Il capitano lamenta un forte dolore al collo, che non regredisce a dispetto degli anti infiammatori somministrati: nei prossimi giorni saranno necessari accertamenti medici più approfonditi. Zambelli accusa una leggera contrattura muscolare. Pesce, il terzo califfo della rosa, si è invece aggregato al gruppo e partirà dalla panchina. NEL DECIDERE la formazione l’allenatore Stefano Sottili effettuerà delle rotazioni, tenendo conto dei numerosi impegni ravvicinati. Dopo l’1-0 con la Fermana, l’1-1 di mercoledì con la Reggiana e la trasferta odierna, il calendario riserva infatti la semifinale di andata di Coppa al «Turina» contro la Juventus Under 23 (mercoledì, ore 20) e un’altra gara interna di campionato domenica col Modena. Giani ha bisogno di tirare il fiato, quindi dovrebbe finire tra le riserve, visto il recupero di Rinaldi, chiamato a costituire tandem centrale con Legati. Come terzino sinistro Eguelfi rileverà Mordini. A centrocampo rientrerà Magnino, mentre Scarsella, sempre a segno contro la Virtus, giocherà al posto di Maiorino. In attacco riconfermato Bertoli, che torna a respirare aria veronese (l’anno scorso ha giocato nel Villafranca). Ma Tirelli preme per ritagliarsi più spazio. «La differenza sostanziale con la Virtus è che, se noi usciamo col fraseggio, loro verticalizzano immediatamente - osserva Sottili -. Sono abili a cambiare modulo: dal 4-3-1-2 al 4-4-2 al 3-5-2. Inoltre sembra di giocare in una gabbia. Essendoci poco spazio fra terreno e gradinate, si ha l’impressione che il pallone non esca mai». Sul fronte mercato sfuma l’attaccante Manuel Fischnaller, tornato a vestire la maglia del Südtirol. Così adesso, vista la difficoltà di chiudere con Rocco Costantino della Triestina, sembra prevalere la pista che porta al 29enne Riccardo Martignago del Teramo, già ex Cittadella, Catanzaro e Pordenone: il tecnico fiorentino lo conosce bene, avendolo avuto nella Pistoiese. GLI AVVERSARI. Da 38 anni la Vecomp di Verona è guidata da Luigi Fresco, che è anche il presidente. È andato in panchina appena compiuti i 21, salendo gradualmente dalla Terza categoria alla serie C. Un cammino incredibile, e una storia di longevità calcistica che non ha uguali in Italia. In Europa sono due i tecnici che possono vantare una durata maggiore: il francese Guy Roux, rimasto all’Auxerre per 44 anni consecutivi, e Willie Maley (Celtic Glasgow, 43). In questo campionato il maggior numero di gol si è visto nelle partite della Virtus: ben 64, equamente divisi (32 segnati e altrettanti subiti). In rosa ci sono 4 ex Brescia: Santacroce, Magrassi, Bentivoglio e Da Silva. «Il vero problema sta nei troppi gol incassati - spiega Fresco - Sono un po’ preoccupato. Dopo lo scivolone di mercoledì a Padova, dobbiamo riprendere la marcia, perché dietro di noi nessuno sta a guardare, e la distanza dalla zona play out si sta assottigliando. La Feralpisalò? È un'ottima squadra, dotata di individualità che rappresentano un lusso per la categoria». L’arbitro Petrella di Viterbo ha già diretto la Feralpisalò in due occasioni, entrambe al Turina, con una vittoria (1-0 con l’Albinoleffe, guizzo di Maiorino, il 9 febbraio 2019) e una sconfitta (1-3 il 25 settembre col Fano), costata la panchina a Damiano Zenoni. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Sergio Zanca
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
57
Spezia
40
Frosinone
40
Crotone
37
Salernitana
36
Cittadella
36
Pordenone
36
Virtus Entella
35
Empoli
33
Perugia
33
Pescara
32
Juve Stabia
32
Chievoverona
31
Ascoli
31
Pisa
30
Venezia
28
Cremonese
26
Cosenza
23
Trapani
19
Livorno
14
Benevento - Pordenone
2-1
Chievoverona - Salernitana
Cremonese - Trapani
5-0
Empoli - Pisa
2-1
Frosinone - Perugia
1-0
Juve Stabia - Crotone
3-2
Livorno - Cosenza
0-3
Pescara - Cittadella
1-2
Spezia - Ascoli
3-1
Venezia - Virtus Entella
2-2