23 agosto 2019

Sport

Chiudi

25.08.2016

Il Brescia fa rotta
su Verona per
Spolli e Torregrossa

Ernesto Torregrossa, 24 anni, con la maglia del Trapani: nel 2013/14 ha segnato 13 gol con il LumezzaneLeonardo Fontanesi: ha 20 anniGiovanni Sbrissa: ha 19 anniJoel Untersee: ha 22 anni
Ernesto Torregrossa, 24 anni, con la maglia del Trapani: nel 2013/14 ha segnato 13 gol con il LumezzaneLeonardo Fontanesi: ha 20 anniGiovanni Sbrissa: ha 19 anniJoel Untersee: ha 22 anni

Spolli per la difesa, possibilmente insieme a Fontanesi. Torregrossa per l’attacco, magari pure con Sbrissa. Con un simile quartetto di innesti, sulla carta il Brescia diventerebbe un’altra cosa. E in un modo o nell’altro questo deve succedere, perché nessuno (tantomeno in casa biancazzurra) vuol rivedere all’opera la banda del buco di quest’estate, bocciata in coppa Italia come nelle amichevoli.

Non ci sono solo questi quattro nomi, nella lista dei desideri da esaudire entro fine mese. Ma qui si è nel campo nelle priorità.

I rumori più forti sulle trattative avviate arrivano da Verona. Ed è un po’ il destino di questa sessione di mercato, se si pensa che il Brescia ha restituito Tomasz Kupisz al Chievo (che l’ha girato al Novara di Boscaglia) e ceduto Antonio Caracciolo all’Hellas (ed era il capitano). Salutati i partenti, è tempo di arrivi.

Dopo Giampiero Pinzi, messo sotto contratto da svincolato, ma l’anno scorso clivense, ecco spuntare Nicolás Spolli. Che corrisponde, perfettamente, all’identikit di difensore voluto dal Brescia: un gigante esperto, forte nel gioco aereo e rude quanto basta nelle entrate, avvezzo al calcio italiano, non troppo costoso e con la valigia pronta.

CLASSE ’83, argentino di Rosario, El Flaco (che tanto Flaco non è: 90 chili di perso per 192 centimetri di altezza) ha lasciato i Newell’s Old Boys nel 2009 per approdare al Catania. Qui ha vissuto un lustro da protagonista in A. Sceso in B con i siciliani, è tornato subito nella massima serie, passando alla Roma e poi al Carpi. Il Chievo l’ha tesserato a gennaio e ora può lasciarlo partire. Su di lui c’è anche il Vicenza, che però potrebbe mettere le mani su Cristian Zaccardo: altro nome gradito nel quartier generale di via Bazoli, ma dall’ingaggio particolarmente impegnativo.

Per l’attacco, il primo obiettivo sta in casa Hellas, ma ormai sull’uscio: Ernesto Torregrossa lascerà Verona e Brescia, in questo momento, è l’opzione numero uno. Il centravanti di 24 anni, in orbita scaligera da tempo ma cresciuto calcisticamente nell’Udinese, tornerebbe nella terra che l’ha visto più bomber, anche se i colori erano quelli del Lumezzane e la categoria non la B, ma la Lega Pro. Quei 14 gol (2013/2014) gli hanno però consentito di dimostrarsi punta dal timbro facile. Per questo il Brescia gli darebbe fiducia, sperando di cavarne più di quel che è riuscito a Crotone e Trapani (11 centri in 2 campionati).

Torregrossa è la pista principale; soluzione gradita sarebbe pure Rolando Bianchi, cannoniere di lungo corso, in uscita dal Perugia.

C’è poi un dialogo aperto con il Sassuolo. Sul taccuino c’è sempre Giovanni Sbrissa, centrocampista del ’96 che ha dimostrato di possedere qualità e quantità da B con la maglia del Vicenza. Al Brescia potrebbe fare parecchio comodo, per quanto la mediana non sia in cima alle priorità (un altro nome proposto dal Verona, Simone Laner, è ora più vicino al Padova).

Con il Sassuolo si tratta, anche e soprattutto per questioni di ruolo, di Leonardo Fontanesi, polivalente ventenne che promette parecchio, ma finora fra i professionisti ha giocato pochino. Può seguire le orme del suo attuale compagno di squadra Luca Mazzitelli: arrivato un anno fa a Brescia da oggetto misterioso, è decollato al punto tale da esordire già titolare lo scorso weekend in Serie A (e subito una vittoria, in trasferta, a Palermo). Sbrissa era in panchina. Fontanesi nemmeno lì.

COME LATERALE al Brescia piace pure Joel Untersee, classe 1994, terzino sudafricano naturalizzato svizzero della Juventus (che segue Leonardo Morosini e ha preso dal Brescia il ’98 Alessandro Semprini). Alternative per la retroguardia: col Palermo si è parlato di Aljaz Struna e Sinisa Andelkovic. Acquistabili Adriano Russo, in uscita dal Frosinone, e Lino Marzorati, ex del Modena, che non trattiene Matteo Rubin. E ci sono stati diversi contatti con Gabriele Perico, ex Cesena.

Le idee non mancano, il tempo stringe: il 31 agosto il mercato chiude. Il Brescia, prima d’allora, deve indovinare più di una scelta.

Gian Paolo Laffranchi
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1