19 ottobre 2020

Sport

Chiudi

26.09.2020 Tags: Brescia Calcio

Il Brescia inizia il cammino con il cantiere ancora aperto

Un’immagine della rifinitura del Brescia di ieri mattina a Torbole CasagliaContro l’Ascoli al Rigamonti c’è il debutto in campionato FOTO BRESCIA CALCIO BSFC
Un’immagine della rifinitura del Brescia di ieri mattina a Torbole CasagliaContro l’Ascoli al Rigamonti c’è il debutto in campionato FOTO BRESCIA CALCIO BSFC

Sarà che non si comprenderà mai perché il mercato non finisca prima dell’inizio del campionato, sarà che questo periodo di emergenza continua sta rendendo tutto così strano e sterilizza persino l’emozione di una stagione al via. Ma il Brescia che al Rigamonti affronta l’Ascoli all’ora del caffè post pranzo (ore 14) è un cantiere aperto. Sarebbe bellissimo sbagliarsi, anzi è alla portata un bel mucchietto di cenere e spargersela sul capo sarà un vero piacere. Ma è un inizio di stagione un po’ così. Il Brescia sembra distante da tutto, forse il senso di lontananza è dovuto soprattutto allo stadio che sarà ancora vuoto (o quasi) o alla paura per il virus che è tutt’altro che debellato e contagia anche campioni dalla vita sana e dal fisico modellato (e ostentato) come Ibra. MA DOPO la retrocessione ancora fresca non solo dal punto di vista temporale ci si attendeva una rosa più definita, non quel senso di provvisorio che ammanta tutto e non è solo questione di mercato. Un motivo di ottimismo c’è: sentire Delneri in conferenza stampa. Una boccata d’aria pura. L’allenatore del Brescia, collegato via Zoom con i giornalisti all’ora di pranzo, ha detto alcune cose interessanti. In sostanza: 1) Torregrossa è un caso: è fuori, rivela Delneri, perché non è tranquillo a causa delle voci di mercato; 2) Cistana si sta riprendendo dal Covid; 3) chi non resta con lo spirito giusto, resta fuori qualunque nome abbia. L’esperienza e la bravura del tecnico sono note, come la sua personale onestà. Una garanzia per il futuro di questa squadra, come lo è la conoscenza del mercato e del calcio italiano in generale del direttore sportivo Giorgio Perinetti. Uomini scelti dal presidente Massimo Cellino, cui va dato atto anche di essere stato coerente con la linea annunciata dopo la discesa dalla A: a parte Tonali, non parte nessuno. Non un capriccio, ma questione di contratti liberamente sottoscritti. IL PROBLEMA sono i maldipancia assortiti e variegati. Da qui la domanda diretta a Delneri e la risposta altrettanto secca («Chi non ha lo spirito giusto, resta fuori»). C’è molto di peggio che giocare a Brescia per vincere la Serie B. Anche il tecnico è stato chiaro sull’obiettivo stagionale: «Voglio riportare nella categoria dove deve stare il Brescia e dove devo stare io». Contro l’Ascoli mancano l’infortunato Sabelli, il convalescente Cistana, il turbato Torregrossa, senza contare Ndoj. Al posto di Sabelli dovrebbe giocare Mateju (favorito su Semprini), con la coppia Chancellor-Papetti davanti a Joronen e Martella a sinistra. In mezzo sicuri Spalek e Zmrhal sulle corsie laterali, chi da interno a fianco di Dessena? Si giocano il posto 2 nuovi: il polacco Labojko e l’olandese Van de Looi, visto (bene) nell’amichevole contro il Renate. Davanti, con Donnarumma che si spera ritrovi la vena, è ballottaggio Ayé-Morosini ed è meglio non aggiungere altro, se non sperare che, se davvero dovesse giocare il francese, non ci si ritrovi a domandarsi il perché. Dopo l’apprendistato in A (22 presenze, zero gol), non ci sono più scuse. Il Brescia vuole risalire in Serie A. Punto. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Vincenzo Corbetta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Cittadella
7
Salernitana
7
Empoli
7
Frosinone
6
Reggina
5
Reggio Audace
4
Brescia
4
Chievoverona
4
Lecce
4
Venezia
4
Pordenone
3
Spal
3
Cosenza
3
Monza
2
Cremonese
2
Virtus Entella
2
Pisa
2
L.r. Vicenza Virtus
1
Pescara
1
Ascoli
1
Brescia - Lecce
3-0
Cosenza - Cittadella
1-1
Cremonese - Venezia
0-0
Frosinone - Ascoli
1-0
Monza - L.r. Vicenza Virtus
Pescara - Empoli
1-2
Pordenone - Spal
3-3
Reggio Audace - Chievoverona
0-1
Salernitana - Pisa
4-1
Virtus Entella - Reggina
1-1