20 luglio 2019

Sport

Chiudi

14.03.2019

Il calcio piange Cipollini Fu portiere biancazzurro

Renato  Cipollini: dirigente, ex giocatore, aveva 73 anni
Renato Cipollini: dirigente, ex giocatore, aveva 73 anni

Renato Cipollini, 73 anni, ex portiere del Brescia nel 1970-71, è scomparso per un malore a Ferrara, dove abitava da molti anni. Nella nostra città lo aveva portato l’allenatore toscano Andrea Bassi, prelevandolo dalla Spal, con la quale aveva vissuto una dolorosa, doppia retrocessione, dalla A alla C. Per il posto avrebbe dovuto vedersela col pari età Ernestone Galli. Cipollini ha debuttato in maglia biancazzurra il 18 ottobre, contro il Pisa (2-0). Autori dei gol: Abate e Rogora. Tra i compagni: Cagni, Inselvini, Busi, Gasparini, Turra, De Paoli, Damonti e Simoni. Brillante il suo inizio, con 5 partite consecutive senza subire gol. In quel campionato giocò 15 gare su 38, buscando 11 reti. Bilancio: 7 vittorie, 4 pareggi e 4 sconfitte. Era lui tra i pali all’ultima giornata, nella trasferta di Catanzaro. Sarebbe bastato un pareggio per concludere alle spalle del Mantova (promosso), e andare agli spareggi con Atalanta e Bari. Invece il Brescia perse 2-0 e rimase tra i cadetti. AL MERCATO estivo il tecnico Bassi decise di lasciarlo partire, e di puntare su Galli. Così Cipollini passò al Como. Sul Lario ha disputato 2 campionati di B, e 4, successivamente, all’Atalanta (nell’ultimo, ’76-77, ai tempi di Bertuzzo, Fanna, Festa, Marchetti e Percassi, l’attuale presidente, nel finale –culminato con la promozione in A- ha dovuto lasciare il posto a Pizzaballa per infortunio). È quindi andato all’Inter, per fare il vice di Ivano Bordon. Lì ha cominciato con Altobelli, Beppe Baresi, Anastasi, Giacinto Facchetti e Lele Oriali. L’allenatore: Eugenio Bersellini. Pur avendo collezionato appena 7 presenze complessive nei cinque anni coi nerazzurri, si è tolto la soddisfazione di conquistare uno scudetto e due coppe Italia. Nell’82 ha appeso le scarpe al chiodo, diventando segretario generale dell’Inter, poi general manager della Spal, amministratore delegato del Modena, presidente del Bologna, amministratore delegato del Lecce. Nel novembre 2014 è stato nominato direttore generale della Lega Pro al posto di Francesco Ghirelli. Originario di Codogno, aveva iniziato nelle giovanili della Fiorentina, Lascia la moglie e due figli.

S.Z.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Brescia
67
Lecce
66
Palermo
63
Benevento
60
Pescara
55
Hellas Verona
52
Cittadella
51
Spezia
51
Perugia
50
Cremonese
49
Cosenza
46
Crotone
43
Ascoli
43
Livorno
39
Venezia
38
Salernitana
38
Foggia
37
Padova
31
Carpi
29
Brescia - Benevento
2-3
Carpi - Venezia
2-3
Crotone - Ascoli
3-0
Hellas Verona - Foggia
2-1
Lecce - Spezia
2-1
Padova - Livorno
1-1
Palermo - Cittadella
2-2
Perugia - Cremonese
3-1
Pescara - Salernitana
2-0
Cosenza - [ha Riposato]