24 gennaio 2020

Sport

Chiudi

04.12.2019

L’abbraccio ai giocatori prima di «torchiarli» per 90’

Corini con una sciarpa regalatagli dai tifosi a Tobole Casaglia: grande accoglienza per l’allenatore della promozione in Serie AA Torbole Casaglia il saluto ai giocatori ritrovati dopo un meseMario Balotelli e Daniele Gastaldello durante la seduta di ieriPrende forma il centro sportivo del Brescia a Torbole Casaglia
Corini con una sciarpa regalatagli dai tifosi a Tobole Casaglia: grande accoglienza per l’allenatore della promozione in Serie AA Torbole Casaglia il saluto ai giocatori ritrovati dopo un meseMario Balotelli e Daniele Gastaldello durante la seduta di ieriPrende forma il centro sportivo del Brescia a Torbole Casaglia

Eugenio Corini ha riabbracciato il Brescia e non è solo un modo di dire. Il tecnico richiamato dopo il breve e disastroso interregno di Fabio Grosso, dirato 27 giorni, ha ripreso definitivamente possesso della panchina biancazzurra. Lo ha fatto con il sorriso sulle labbra, l’emozione dipinta sul volto, l’energia di un debuttante e la carica di un ragazzino. Corini è arrivato al campo d’allenamento attorno alle 13. Ad attenderlo un gruppetto di tifosi diventati nel corso del pomeriggio sempre più numerosi: si è arrivati a 200. Alle 14.05, insieme al suo staff, ha posato per le foto di rito. Solo alle 14.35 c’è stato l’atteso incontro con la squadra. E quello che è andato in scena è stato un contatto emozionante, una «reunion» dal significato profondo. Corini ha voluto salutare uno a uno i suoi giocatori prima dell’inizio della sessione di lavoro che ha dato nuovamente il via alla sua nuova avventura. Dapprima i giocatori di movimento passando poi per i portieri già al lavoro con Alessandro Vitrani, tornato al posto di Michele Arcari. APPLAUSI, tanti, per il ritorno in campo con la tuta del Brescia del «Genio». Corini ha risposto alzando più volte la mano e ringraziando per l’affetto dimostrato. E questo testimonia senz’altro quanto, in questo mese, il Brescia è mancato a Corini e quanto Corini è mancato a questo Brescia. L’emozione è durata giusto il tempo di organizzare l’allenamento, spiegarlo, suddividere le squadre e fischiare l’inizio della seduta. Sul campo il tecnico bresciano ha da subito riavvolto il nastro interrotto prima del derby con l’Hellas Verona, la partita datata 3 novembre che aveva segnato il suo destino con l’esonero. Sempre in mezzo al campo, nel vivo delle esercitazioni, al fianco dei suoi giocatori: Corini ha dispensato consigli e urlato tenendo altissima l’intensità. La prima sessione di allenamento del Corini-bis è stata caratterizzata inizialmente da esercizi di riscaldamento muscolare, per poi proseguire con esercitazioni tecnico-tattiche intervallate da lavori di resistenza alla velocità. Unico assente Ernesto Torregrossa: l’attaccante ha svolto un lavoro differenziato con ripetute sulla lunga distanza. NESSUN ALLARME in vista dello scontro diretto di domenica a Ferrara contro la Spal, solo ordinaria amministrazione per gestire una muscolatura ancora non al top dopo l’infortunio subito con il Milan del 31 agosto scorso. Per il resto tutti a disposizione con una gran voglia di mettersi in luce, di ricominciare laddove il filo era stato interrotto, di rimettersi a disposizione di un allenatore entrato nel cuore e nella testa dei giocatori. Il piglio visto in allenamento è stato benaugurante. Un’ora e mezza nella quale Corini ha fatto svolgere esercitazioni tattiche con due squadre disposte sul campo con il 4-3-1-2, il suo marchio di fabbrica con una partitella a campo ridotto a chiudere l’allenamento. Applausi, tanti, anche all’uscita. Eugenio Corini è stato ripetutamente fermato dai sostenitori per le classiche foto di rito e strette di mano. Scene che si sono ripetute all’oratorio, prima e dopo la presentazione. Non è mancato l’incoraggiamento anche per i calciatori, che alla spicciolata hanno lasciato il centro sportivo di Torbole. Cori di sostegno anche per Balotelli, anche se qualcuno ha spronato l’attaccante invitandolo a tirare fuori gli attributi a partire dalla delicata sfida di domenica a Ferrara con la Spal. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Fabio Pettenò
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
47
Pordenone
35
Crotone
34
Virtus Entella
30
Cittadella
30
Chievoverona
29
Salernitana
29
Frosinone
28
Ascoli
27
Perugia
27
Juve Stabia
27
Pescara
26
Spezia
25
Pisa
25
Venezia
23
Empoli
23
Cremonese
22
Cosenza
20
Trapani
18
Livorno
13
Benevento - Pisa
1-1
Chievoverona - Perugia
2-0
Cosenza - Crotone
Cremonese - Venezia
0-0
Frosinone - Pordenone
2-2
Juve Stabia - Empoli
1-0
Livorno - Virtus Entella
4-4
Pescara - Salernitana
1-2
Spezia - Cittadella
1-1
Trapani - Ascoli
3-1