16 settembre 2019

Sport

Chiudi

20.08.2019

«Mario non si senta troppo responsabile E ignori i razzisti»

Massimo Cellino si concede un selfie insieme ad un tifoso
Massimo Cellino si concede un selfie insieme ad un tifoso

Massimo Cellino a ruota libera accanto a Mario Balotelli, uno degli acquisti più significativi della sua carriera presidenziale. Presidente Cellino, le cifre sono giuste? Contratto a 1,5 milioni netti, rinnovabile per altri 2 anni in caso di salvezza? Non mi piace parlare di contratti pluriennali, di cifre, di stipendi, di formule di trasferimenti. Noi cerchiamo di non farlo mai, non è bello. Un contratto si firma quando le due parti trovano l’accordo. Mario, e mi preme sottolinearlo, ha messo il Brescia nelle condizioni di prenderlo, ci ha consentito il lusso di averlo con noi. C’è chi parla di investimento esagerato per una società come il Brescia. Lo sapete bene: non faccio operazioni che comportino un rischio finanziario per l’azienda che rappresento. Balotelli non ha paura di sbagliare. Uno, quando vuole fare bene, si carica di tensione e magari non rende come dovrebbe. È come quando decidi di vedere un film di cui tutti ti hanno parlato benissimo. Poi vai al cinema e rimani deluso. Ecco, io vorrei evitare questo. E come si può evitare? Io ho preso un calciatore. A me piace per le sue doti fisiche e sportive, non perché mi fa vendere un abbonamento in più. Le vittorie ti danno i premi, le sconfitte ti fanno pensare. Il nostro fine è far fare belle performance alla squadra. Vorrei evitare che Mario si sentisse eccessivamente responsabile o sotto pressione per una scelta del genere. I tifosi sono già impazziti per Balotelli. La squadra scende in campo in 11, la rosa è di 20 calciatori. Chi vince sono sempre le squadre, mai i singoli. Spero che Mario sia messo in condizione, anche dai mezzi di informazione, di poter esprimere al meglio le sue doti tecniche e fisiche. Io voglio che davvero Brescia sia casa sua. Se l’ha scelta, è perché aveva bisogno di amore e non cercava il denaro o successi calcistici. Balotelli è sempre stato nel mirino dei razzisti anche quando vestiva l’azzurro dell’Italia. Non teme di più questo fattore? Ai miei tifosi raccomando sempre di incitare la loro squadra e di non offendere l’antagonista. Se si dà ai malvagi la possibilità di far vedere chi sono, di fatto gli hai dato ragione. Il razzismo è dentro ognuno di noi. L’ha provato sulla sua pelle? Ho vissuto in Inghilterra e mai come in Inghilterra mi sono sentito discriminato, perché ero italiano. L’Inghilterra penso sia il posto a più alto tasso di razzismo nei confronti di tutti quelli che non sono inglesi. Pensavo di meritare di essere stimato e rispettato per quello che ho cercato di fare per il Leeds. E invece? Vi racconto questo. Io e Mario ci siamo incontrati per la prima volta in un ristorante in Inghilterra. L’ho trovato molto triste e lo ero anch’io. Lui soffriva esattamente per lo stesso motivo per cui soffrivo anch’io. Subivamo il razzismo non per il colore della pelle, ma perché eravamo italiani. Mai avuto problemi quando era presidente del Cagliari? Ho avuto giocatori come Oliveira e Valdes: non hanno mai sofferto i cori razzisti, non li hanno mai considerati come un’offesa. Mario invece ha accentuato spesso questo atteggiamento e così ha innescato la bomba. Sbagliato. Dia retta a me: se ne deve fregare, piuttosto si metta i tappi nelle orecchie e vada oltre. Passerà a tutti la voglia di fargli del male. Gente così offende solo se stessa. Ma, ricordatelo, il razzismo è dentro ognuno di noi.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Virtus Entella
9
Pisa
7
Perugia
7
Ascoli
6
Salernitana
6
Pordenone
6
Pescara
6
Empoli
5
Crotone
5
Benevento
4
Chievoverona
4
Spezia
3
Venezia
3
Cremonese
3
Frosinone
3
Cittadella
3
Cosenza
1
Juve Stabia
1
Livorno
0
Trapani
0
Ascoli - Livorno
2-0
Cittadella - Trapani
2-0
Cosenza - Pescara
1-2
Crotone - Empoli
0-0
Perugia - Juve Stabia
0-0
Pisa - Cremonese
4-1
Pordenone - Spezia
1-0
Salernitana - Benevento
Venezia - Chievoverona
0-2
Virtus Entella - Frosinone
1-0