29 novembre 2020

Sport

Chiudi

19.10.2020 Tags: Brescia Calcio

Rinascita Ndoj, rivincita Ayé Brescia, è operazione-rilancio

Emanuele Ndoj abbraccia Florian Ayé: sono i protagonisti a sorpresa della ripartenza del Brescia FOTOLIVELa felicità di Florian Ayé: classe 1997, francese, attaccante del Brescia FOTOLIVELa grinta di Emanuele Ndoj: classe 1996, albanese, centrocampista biancazzurro
Emanuele Ndoj abbraccia Florian Ayé: sono i protagonisti a sorpresa della ripartenza del Brescia FOTOLIVELa felicità di Florian Ayé: classe 1997, francese, attaccante del Brescia FOTOLIVELa grinta di Emanuele Ndoj: classe 1996, albanese, centrocampista biancazzurro

Uno era finito ai margini del progetto biancazzurro, l’altro non aveva ancora assaporato la gioia del primo gol. Insieme rappresentano il simbolo di un Brescia finalmente ritrovato. Una squadra che non poteva certo essere quella vista all’opera contro il Cittadella. Emanuele Ndoj e Florian Ayé sono stati i trascinatori indiscussi nella meritata vittoria contro il Lecce, la prima stagionale dei biancazzurri. E non solo per i gol messi a segno contro l’ex maestro Eugenio Corini. NELL’ESULTANZA del centrocampista albanese e dell’attaccante francese è racchiusa la voglia di tornare (o iniziare) ad essere grandi protagonisti, dopo una stagione tutt’altro che positiva. Ndoj contro i salentini si è preso una bella rivincita, dando un calcio - pardon, due - alla sfortuna che lo aveva fermato nell’ultimo anno e mezzo. Due perle per ripartire di slancio dopo mesi difficili nei quali aveva fatto più notizia per la violazione della quarantena - un errore per il quale aveva prontamente chiesto scusa - che per le indiscusse qualità tecniche. Un primo gol liberatorio segnato sfruttando un assist proprio di Ayé, poi una botta di potenza e precisione che avrebbe meritato gli applausi di un «Rigamonti» pieno di tifosi. Mostrandosi più libero mentalmente e tornando a festeggiare un gol a 598 giorni di distanza dalla precedente prodezza, datata 26 febbraio 2019 in occasione dell’1-1 esterno maturato a Padova contro i biancoscudati, che erano passati in vantaggio con Mazzocco. Se Ndoj aveva già comunque avuto modo di mettersi in mostra con la maglia biancazzurra, Florian Ayé ha dovuto invece attendere 26 partite per trovare il primo gol ufficiale. Dopo che gliene era stato annullato uno in modo quantomeno discutibile in occasione della gara interna pareggiata 0-0 lo scorso anno contro la Fiorentina. Il 23enne attaccante parigino è tornato a bersaglio 525 giorni dopo l’ultima rete ufficiale (10 maggio 2019 in un Clermont-Troyes terminato 2-4) e può essere assolutamente considerato come la sorpresa più piacevole della gara con il Lecce. L’assaggio di Serie A lo ha portato a giocare 22 gare senza mai lasciare il segno, se non in occasione del rigore conquistato contro la Sampdoria nell’ultimo turno stagionale e poi trasformato da Torregrossa. LO SCORE di Ayé è cambiato in questa nuova stagione. Nelle prime tre gare in B si è reso protagonista del gol liberatorio contro il Lecce e di due assist (prima di Ndoj aveva mandato a segno anche Donnarumma contro l’Ascoli). Se per un attaccante il gol è la migliore medicina possibile, chissà che l’acuto di venerdì sera non possa essere il primo di una lunga serie o che, quantomeno, non gli abbia fatto scivolare via quella «scimmia» che stazionava sulla sua spalla condizionandone il rendimento sottoporta. Il presidente Massimo Cellino, che ha sempre creduto in lui, al momento del gol si è battuto il pugno sul petto invocando il suo nome. Due pedine ritrovate in una gara quasi perfetta, dove il Lecce ha finito col pagare la propria supponenza. Un po’ come accadde al Palermo nell’anno dell’ultima promozione in A dei biancazzurri. Che sia stata davvero la sfida della svolta... • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandro Maffessoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Lecce
18
Empoli
18
Salernitana
17
Venezia
17
Frosinone
16
Spal
15
Cittadella
14
Chievoverona
14
Monza
13
Pordenone
12
Brescia
9
Cosenza
8
L.r. Vicenza Virtus
7
Reggina
7
Pisa
7
Reggio Audace
7
Ascoli
5
Virtus Entella
5
Pescara
4
Cremonese
3
Brescia - Frosinone
1-2
Chievoverona - Lecce
1-2
Cosenza - Salernitana
Empoli - L.r. Vicenza Virtus
2-2
Monza - Reggina
1-0
Pescara - Pordenone
0-2
Pisa - Cittadella
1-4
Reggio Audace - Cremonese
Venezia - Ascoli
2-1
Virtus Entella - Spal