28 settembre 2020

Sport

Chiudi

05.08.2020 Tags: Brescia Calcio

«Riparto da Palazzolo Il Brescia? Scelga bene chi confermare»

Stefano Bonometti alza il Trofeo Angloitaliano vinto con il Brescia: è il 20 marzo 1994
Stefano Bonometti alza il Trofeo Angloitaliano vinto con il Brescia: è il 20 marzo 1994

Stefano Bonometti a 58 anni riparte dalla Pro Palazzolo, da un progetto che per la sua serietà è all’altezza dei giorni migliori della sua storia, inizio anni ’90, quelle 2-3 stagioni in Serie C1 da protagonista. Sarà il responsabile del settore giovanile. E ha iniziato con un fine settimana aperto a tutti: il terreno dello stadio Comunale invaso dai ragazzini della zona. Però, non rinuncia a dire la sua sul Brescia fresco di retrocessione dopo un solo campionato di Serie A. Una situazione che l’ex centrocampista, da bandiera biancazzurra (421 presenze, nessuno come lui con la V sul petto), ha già vissuto e superato. Bonometti, si può dire bentornato a Palazzolo? Si può, è corretto. La prima esperienza, però, è stata un casino. Vuole ricordarla? Nel 2015 ero direttore sportivo della prima squadra ma con ambizioni molto limitate. C’erano molti problemi nel club. Si creò una squadra giovane, sapevamo a quale destino andavamo incontro, bisognava fare un’annata dignitosa e nulla più. Poi ci fu il cambio di società: il presidente Mario Liborio lasciò al milanese D’Antoni e successero cose incredibili. Ovvero? D’Antoni voleva portare in squadra a Palazzolo nipoti e cugini, io risposi che non tutti potevano giocare a calcio. Quindi, preferii salutare tutti e tornarmene a casa. Adesso, però è cambiato tutto Le prospettive sono diverse. La società ha voglia di fare, ha idee chiare anche sul settore giovanile. Partiamo da una base di 200 ragazzi e non è male. Va ricordato che siamo nel calcio dilettantistico ed è tutto più difficile: all’inizio si spendono parole, poi cambiano le regole in corsa. Magari vengono a mancare due sponsor e certe cose non si possono più fare a differenza di quanto previsto. Ma qui i dirigenti sono seri e l’idea è creare un bacino lavorando sul territorio, anche collaborando con realtà vicine come Pontoglio e Palosco. Vogliamo migliorare costantemente i nostri ragazzi per portare qualcuno in prima squadra: questo abbiamo voglia di fare. I grandi ripartono dall’Eccellenza. Ha inciso questo sulla sua scelta? Il Palazzolo mi ha contattato 3 mesi fa e ho accettato la proposta quando era ancora in Seconda categoria. Palazzolo è sempre stata una realtà importante, carica di storia. E poi ci sono le strutture. A Bonometti non si può non fare una domanda sul Brescia. Cosa deve fare per risalire immediatamente? Quando si vivono stagioni così negative, bisogna capire cosa non ha funzionato. Il presidente deve sapere bene gli errori commessi, individuare i giocatori che meritano la conferma e che soprattutto sono in grado di restare in un piazza come Brescia, che non è affatto facile. L’ambizione è tornare immediatamente in A. Lo credo! Con quello che porta a casa quest’anno Cellino, credo che possa investire una bella cifra per fare una squadra di valore. Il fatto che sia arrivato Perinetti, un uomo di mercato esperto, la dice lunga. Credo sia stato preso per vendere e poi per comprare. Il suo motto deve essere: vendere bene, comprare meglio. Il dilemma è consueto in circostanze del genere: rivoluzionare o no? Io rinnoverei, partendo da Donnarumma e Torregrossa. I due attaccanti devono essere i cardini da cui ripartire, poi costruirei il resto. Tratterrei solo i giocatori che hanno fatto vedere che tengono alla maglia. Poi ci sono 3-4 del settore giovanile che hanno qualità tali che in B ci possono stare: penso a Papetti, prima di tutto. Se rimangono, possono diventare pedine importanti. La sua rosa ideale? Se vuoi vincere il campionato di B devi avere 3-4 giovani bravi e affidabili, ma anche 5-6 giocatori che hanno fatto almeno 300 partite tra B e A. Allora sì che sei promosso in carrozza. Il Brescia è obbligato a risalire subito.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Cittadella
3
Empoli
3
Venezia
3
Pisa
1
Reggio Audace
1
Ascoli
1
Reggina
1
Brescia
1
Salernitana
1
Chievoverona
1
Pordenone
1
Spal
1
Virtus Entella
1
Cosenza
1
Lecce
1
Monza
1
Pescara
1
L.r. Vicenza Virtus
0
Cremonese
0
Frosinone
0
Brescia - Ascoli
1-1
Cosenza - Virtus Entella
0-0
Cremonese - Cittadella
0-2
Frosinone - Empoli
0-2
Lecce - Pordenone
0-0
Monza - Spal
0-0
Pescara - Chievoverona
0-0
Reggio Audace - Pisa
2-2
Salernitana - Reggina
1-1
Venezia - L.r. Vicenza Virtus
1-0