23 gennaio 2020

Sport

Chiudi

09.12.2019

Ritrovata la dignità del combattere Ma è solo l’inizio

RICOMINCIAMO. Dov’eravamo rimasti? Eugenio Corini riprende posto al centro del Brescia, insieme al suo staff. Ok, la mossa è giusta: Massimo Cellino rimedia all’errore compiuto chiamando Fabio Grosso.E POI FINALMENTE TU. Dopo aver a lungo atteso, al terzo gol realizzato Mario Balotelli può godersi finalmente un timbro da protagonista. Il suo destro di giustezza, a porta sguarnita, vale 3 punti a Ferrara.CHE DIO TI BENEDICA. Jesse Joronen è l’uomo della provvidenza: sventa con un volo magistrale il calcio di rigore scagliato da Andrea Petagna. Teso, angolato, non sufficiente a superare il numero uno del Brescia.UNO SU MILLE. In passato il finlandese è rimasto in campo dopo essersi rotto un dente. A Ferrara crolla dopo un duro colpo, per un attimo perde i sensi, ma prima di andare in ospedale resta in porta e difende la vittoria.TUTTI I MIEI SBAGLI. Alfredo Donnarumma non ne fa molti, sotto porta. Ne commette uno stavolta, da subentrato, non riuscendo a inquadrare la porta rimasta vuota per la sortita offensiva del portiere Berisha.
RICOMINCIAMO. Dov’eravamo rimasti? Eugenio Corini riprende posto al centro del Brescia, insieme al suo staff. Ok, la mossa è giusta: Massimo Cellino rimedia all’errore compiuto chiamando Fabio Grosso.E POI FINALMENTE TU. Dopo aver a lungo atteso, al terzo gol realizzato Mario Balotelli può godersi finalmente un timbro da protagonista. Il suo destro di giustezza, a porta sguarnita, vale 3 punti a Ferrara.CHE DIO TI BENEDICA. Jesse Joronen è l’uomo della provvidenza: sventa con un volo magistrale il calcio di rigore scagliato da Andrea Petagna. Teso, angolato, non sufficiente a superare il numero uno del Brescia.UNO SU MILLE. In passato il finlandese è rimasto in campo dopo essersi rotto un dente. A Ferrara crolla dopo un duro colpo, per un attimo perde i sensi, ma prima di andare in ospedale resta in porta e difende la vittoria.TUTTI I MIEI SBAGLI. Alfredo Donnarumma non ne fa molti, sotto porta. Ne commette uno stavolta, da subentrato, non riuscendo a inquadrare la porta rimasta vuota per la sortita offensiva del portiere Berisha.

Il Brescia si è rimesso prepotentemente in moto nella corsa-salvezza grazie al blitz di Ferrara nello scontro diretto contro la Spal. L’1-0 segnato da Mario Balotelli vale 3 punti d’oro e una speranza che si è riaccesa dopo le 6 sconfitte consecutive e i 78 giorni senza i 3 punti. Ma questo deve essere solo l’inizio. L’appuntamento con la Spal non andava fallita e la squadra di Corini ha compiuto la missione. Sabato al Rigamonti arriva il Lecce, altro scontro diretto: l’occasione buona per la prima vittoria in casa del campionato.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
47
Pordenone
35
Crotone
31
Virtus Entella
30
Cittadella
30
Chievoverona
29
Salernitana
29
Frosinone
28
Ascoli
27
Perugia
27
Juve Stabia
27
Pescara
26
Spezia
25
Pisa
25
Venezia
23
Empoli
23
Cremonese
22
Cosenza
20
Trapani
18
Livorno
13
Benevento - Pisa
1-1
Chievoverona - Perugia
2-0
Cosenza - Crotone
Cremonese - Venezia
0-0
Frosinone - Pordenone
2-2
Juve Stabia - Empoli
1-0
Livorno - Virtus Entella
4-4
Pescara - Salernitana
1-2
Spezia - Cittadella
1-1
Trapani - Ascoli
3-1