02 luglio 2020

Sport

Chiudi

29.06.2020 Tags: Brescia Calcio

Ritrovata la voglia di lottare I problemi sono di tenuta

Diego Lopez, 45 anni: al Brescia ha preso il posto di Eugenio Corini
Diego Lopez, 45 anni: al Brescia ha preso il posto di Eugenio Corini

Vincenzo Corbetta Il Brescia imbattuto (ma non ancora vincente) contro Fiorentina e Genoa è il frutto del lungo lavoro di Diego Lopez. C’è un aspetto confortante, più evidente di altri: non c’è traccia della rassegnazione del passato. La squadra lotta dal primo all’ultimo, va oltre i propri limiti. Al Franchi e sabato al Rigamonti ha chiuso in attacco ed è il segnale di una buona condizione, oltre che di uno spirito rinnovato. I PROBLEMI del Brescia non sono di carattere o di professionalità. Sono altri, in primis la qualità della rosa. Bastano un paio di assenze (contro il Genoa erano molte di più: Balotelli, Bisoli, Cistana e Chancellor per limitarsi ai titolari), e una decisione arbitrale sfavorevole, come sul primo rigore concesso al Genoa, che automaticamente sembra che non ci siano più possibilità di successo. La severissima decisione di Irrati sul contatto aereo Papetti-Romero lascia molto più di un dubbio. Ma dopo la trasformazione di Iago Falque, il Brescia era ancora in vantaggio e, dunque, con ampie possibilità di farcela a centrare il successo che manca dal 14 dicembre, dal 3-0 interno al Lecce. Il Genoa - lo si è visto fin dalla lettura della distinta - ha una rosa più assortita del Brescia. Nicola ha esaurito i 5 cambi a metà ripresa, Lopez ha operato solo dopo, nonostante più di un singolo battesse in testa. E si è compreso il motivo dopo, vista la resa dei subentrati. Da Martella a Romulo, da Ayé a Skrabb nessuno ha apportato miglioramenti: una questione di forma, di motivazioni o, più semplicemente, di inadeguatezza? Durante la partita, al di là del lodevole spirito battagliero, sono emersi altri due problemi: 1) il Brescia insiste con il 4-3-1-2, che presuppone l’utilizzo di un trequartista. Un ruolo in cui i biancazzurri sono clamorosamente scoperti: non lo è Zmrhal, titolare sabato; non lo sono Spalek, Romulo, Ndoj. E Skrabb è ancora acerbo. L’unico davvero di ruolo, Tremolada, è stato accantonato subito. 2) Tonali è frastornato, lontano parente dal giocatore al centro del mercato. È lui che detta i tempi al centrocampo per salire e supportare il pressing degli attaccanti. EMBLEMATICA una situazione del primo tempo: il Genoa sta uscendo con il pallone al piede ma è in situazione di difficoltà, Donnarumma lo capisce e va a pressare come un indiavolato e infastidisce un paio di genoani, che però riescono a disimpegnarsi. Il bomber si volta e vede che i suoi centrocampisti sono lontani, fa ampi segni che la squadra deve salire, che lui da solo non può contrastare tutti e sfinirsi. Altra questione. Il Brescia troppo spesso non riesce a tenere il vantaggio. È accaduto in 12 occasioni su 16: all’andata contro Bologna, Juventus, Genoa, Parma, Lazio e Sampdoria; nel ritorno contro Cagliari, Bologna, Udinese, Napoli, Fiorentina e Genoa. Fanno 31 punti buttati. Bastava conservarne un terzo per essere sopra la zona rossa. All’appello manca pure qualche punto perso causa decisioni arbitrali: Manganiello contro la Lazio, La Penna a Firenze e Irrati sabato hanno danneggiato il Brescia. Ma si deve andare oltre: basterà il ritrovato spirito battagliero? • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
76
Crotone
52
Cittadella
52
Spezia
50
Pordenone
49
Frosinone
48
Chievoverona
45
Salernitana
44
Pisa
43
Empoli
42
Virtus Entella
41
Perugia
40
Venezia
39
Pescara
39
Juve Stabia
36
Cremonese
34
Ascoli
33
Cosenza
31
Trapani
30
Livorno
21
Ascoli - Crotone
1-1
Benevento - Juve Stabia
1-0
Chievoverona - Frosinone
2-0
Cittadella - Perugia
2-0
Cosenza - Trapani
2-2
Livorno - Venezia
0-2
Pescara - Empoli
1-1
Pordenone - Virtus Entella
2-0
Salernitana - Cremonese
3-3
Spezia - Pisa
1-2