22 gennaio 2021

Sport

Chiudi

24.11.2020 Tags: Brescia Calcio

«Roberto, Daniele, Andrea: orgoglioso di averli allenati»

Carlo Nicolini: 50 anni, bresciano, preparatore atletico
Carlo Nicolini: 50 anni, bresciano, preparatore atletico

Carlo Nicolini, 50 anni, bresciano doc, preparatore atletico dello Shakhtar Donetsk, è l’unico uomo d’Italia a poter dire di averli allenati tutti e tre. Roberto De Zerbi all’Uso Mompiano, tra Pulcini ed Esordienti, una vita fa. Andrea Pirlo e Daniele Bonera al Brescia, da preparatore atletico. Non è dato sapere in quale percentuale i suoi insegnamenti siano rimasti dentro ciascuno né in che misura abbiano influito sul loro memorabile weekend. Però una cosa è certa. Una traccia del suo lavoro c’è. Quando gli si chiede di parlare di loro, Nicolini posiziona il registro linguistico sul tono confidenziale dell’amicizia. Non parla di De Zerbi, Pirlo e Bonera ma di Roberto, Andrea e Daniele. Tre amici prima che tre allenatori vincenti. Nicolini, che weekend è stato? Un weekend speciale. È stato un orgoglio, vedere tre miei ragazzi, tre miei amici, esprimersi ad un così alto livello. Il pensiero di aver dato loro qualcosina, soprattutto ai loro inizi è decisamente un bel pensiero. Anche se vorrei togliere subito un dubbio. Quale? Non vorrei essere frainteso. Io non ho fatto niente, sono loro ad essersi imposti dopo tanta esperienza e carriera importanti da giocatori. Credo che i risultati visti questo fine settimana siano solo l’inizio. Crede che si possano togliere altre soddisfazioni? Ne sono sicuro. Roberto è già inserito da tempo, ha fatto tanta gavetta. Andrea invece sta partendo. E Daniele credo che abbia un ruolo perfetto per quello che sono le sue caratteristiche, il suo carattere e le sue competenze. Tutti e tre sono nelle condizioni, anche da allenatori, di fare una grande carriera. Le andrebbe di darci un flash su ciascuno di loro? Come no! Partiamo da De Zerbi. L’ho avuto prestissimo, nei Pulcini ed Esordienti dell’Uso Mompiano. Si notava subito un’intelligenza calcistica fuori dal comune. Lui, come d’altronde Pirlo, era esuberante ma mai fuori dalle righe. Con lui mi sono tenuto in contatto anche fuori dal mondo del calcio, mentre Andrea e Daniele li ho incrociati soprattutto da avversari. Cosa dice del De Zerbi allenatore? Roberto è un esplosivo positivo. Questo fuoco lo alimenta in maniera corretta e, cosa più importante, lo sa usare bene. È un tecnico che propone gioco, conosce la testa dei giocatori, ha idee chiare e cerca di portarle avanti senza scendere a compromessi usando quell’intelligenza e quell’elasticità che servono per gestire un gruppo di 25 persone. E di Pirlo, che dire? Anche per Andrea vale lo stesso discorso. Da giocatore aveva un’intelligenza calcistica fuori dal comune. L’ho avuto dal ’96 al ’98 al Brescia, presto per prevedere un futuro da allenatore. Però si capiva che avrebbe fatto strada nel calcio. Rivede le sue doti da calciatore nel modo in cui allena? Certamente. Ha portato il suo carattere e il suo stile in panchina. Sta provando a imporre le sue idee con la sua solita duttilità. Ha giocato in ruolo diversi ma sono sempre stati ruoli centrali, ruoli che prevedevano il pallino del gioco. Adesso sta provando a mettere insieme questa Juventus con queste caratteristiche. E Bonera? Era un professionista riflessivo a 360 gradi già da ragazzino e lo è rimasto fino ad oggi. Lo ha seguito contro il Napoli? Certo. Daniele ha fatto i suoi primi 90 minuti ma si è vista la sua calma, la sua concentrazione, l’essere sempre sul pezzo per tutti e 95 i minuti. Esattamente come era in allenamento e in tutte le partite della sua carriera.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Empoli
37
Cittadella
33
Spal
32
Monza
31
Salernitana
31
Lecce
29
Chievoverona
28
Pordenone
27
Frosinone
26
Venezia
25
Pisa
23
L.r. Vicenza Virtus
21
Brescia
21
Cremonese
18
Reggina
17
Cosenza
16
Pescara
16
Reggio Audace
15
Virtus Entella
14
Ascoli
13
Chievoverona - Virtus Entella
2-1
Cittadella - Ascoli
1-0
Empoli - Salernitana
5-0
L.r. Vicenza Virtus - Frosinone
0-0
Monza - Cosenza
2-2
Pescara - Cremonese
0-2
Pisa - Brescia
1-0
Pordenone - Venezia
2-0
Reggina - Lecce
0-1
Spal - Reggio Audace
2-0