19 febbraio 2020

Sport

Chiudi

22.01.2020

Rossoneri con nuove certezze: squadra che vince non si cambia

Il gol decisivo segnato da Ante Rebic in pieno recupero con l’UdineseJhon Chancellor sovrasta di testa Franck Kessié nella gara di andata
Il gol decisivo segnato da Ante Rebic in pieno recupero con l’UdineseJhon Chancellor sovrasta di testa Franck Kessié nella gara di andata

Due vittorie consecutive, sette punti conquistati nelle ultime tre gare. Alla vigilia della sfida contro il Brescia i numeri presentano un Milan completamente diverso rispetto a quanto visto nelle precedenti settimane. L’arrivo di Zlatan Ibrahimovic ha ridato certezze ad una squadra che difettava soprattutto in personalità. E che ora può rilanciarsi. Il Milan delle Champions League vinte (7 in bacheca, nessuna italiana ha saputo fare meglio), dei Mondiali per Club e degli scudetti conquistati è ancora un lontano parente. Ecco perché l’avversario di venerdì sera sembra comunque essere alla portata di un Brescia che avrà l’occasione di verificare l’effettiva guarigione dei rossoneri. I tre punti strappati a San Siro contro l’Udinese suonano come liberazione, considerando che il Milan non vinceva in casa dal 31 ottobre scorso (1-0 contro la Spal con rete decisiva di Suso su punizione. LA CHIAVE della recente inversione di tendenza va ricercata nel cambio del modulo, meno sofisticato e dispendioso rispetto a quelli provati in precedenza. Un «semplice» ma efficace 4-4-2 che mette fuorigioco mezze punte e trequartisti, spesso al centro dei pensieri tattici di Giampaolo, prima, e Pioli, adesso. Semplicità nella quale sembrano aver trovato minori difficoltà tutti i protagonisti rossoneri. Alcuni dei quali ritrovati, e recuperati, a pochi giorni dalla chiusura del mercato. L’attacco è il reparto che pare essersi giovato maggiormente da questo cambio: 5 i gol segnati negli ultimi 180’ (la stessa cifra era stata raggiunta sommando le precedenti 7 gare). Rebic è passato da oggetto del mistero a nuova freccia di un arco che ha in Ibrahimovic il proprio perno (con Leao a supporto). La doppietta contro l’Udinese pone il croato in pole nelle scelte di Pioli rispetto a Bonaventura come esterno sinistro. Sulla corsia opposta anche Castillejo sta trovando maggior continuità per minutaggio e prestazione, proteggendo l’involucro centrale formato da Kessié e Bennacer. L’algerino, in diffida, è in ballottaggio con Krunic: difficile pensare di fare calcoli considerando che dopo la sfida del Rigamonti al Milan toccheranno Verona e Inter. In difesa si riparte dalla voglia di riscatto di Gigio Donnarumma, colpevole sul primo gol dei friulani e poi protagonista di una prestazione impeccabile. Kjaer farà coppia con Romagnoli, mentre sulle fasce troveranno spazio Conti e Theo Hernandez, altro pericolo da arginare per i difensori biancazzurri (con 5 centri è il goleador del Milan). Ieri i rossoneri si sono allenati davanti al tandem Maldini-Boban e al ds Massara. Lavoro a parte per Musacchio, Caldara e Calhanoglu. Oggi seduta mattutina. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandro Maffessoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
57
Spezia
40
Frosinone
40
Crotone
37
Salernitana
36
Cittadella
36
Pordenone
36
Virtus Entella
35
Chievoverona
34
Empoli
33
Perugia
33
Pescara
32
Juve Stabia
32
Ascoli
31
Pisa
30
Venezia
28
Cremonese
26
Cosenza
23
Trapani
19
Livorno
14
Benevento - Pordenone
2-1
Chievoverona - Salernitana
2-0
Cremonese - Trapani
5-0
Empoli - Pisa
2-1
Frosinone - Perugia
1-0
Juve Stabia - Crotone
3-2
Livorno - Cosenza
0-3
Pescara - Cittadella
1-2
Spezia - Ascoli
3-1
Venezia - Virtus Entella
2-2