13 agosto 2020

Sport

Chiudi

07.12.2019

Spal, la forza dell’esperienza Ultimamente concede poco

Andrea Petagna, 24 anni, attaccante della Spal, contrastato da Michele Rinaldi nell’amichevole con la Feralpisalò del 27 luglio scorsoLeonardo Semplici, 52 anni: allena la Spal dall’8 dicembre 2014
Andrea Petagna, 24 anni, attaccante della Spal, contrastato da Michele Rinaldi nell’amichevole con la Feralpisalò del 27 luglio scorsoLeonardo Semplici, 52 anni: allena la Spal dall’8 dicembre 2014

Il Brescia ha più qualità, la Spal più esperienza. Da qualsiasi prospettiva la si guardi, la partita di domani non sfugge a questo teorema. Benché le due squadre siano considerate pari grado, tra una e l’altra corre un abisso. Quello dell’esperienza è favorevole ai ferraresi in modo schiacciante. La Spal ha infatti la terza rosa della Serie A per numero di presenze in campionati di massima serie. Quante? La cifra verificata è da capogiro: 2.872, per una media folle di 106 partite in A per ciascun giocatore. Tanto per contestualizzare e alzare ancor di più l’attenzione, le sole due squadre che precedono la formazione di Semplici in questa speciale graduatoria sono Juventus (3.680) e Inter (3.205). Tutte le altre stanno dietro. Brescia compreso, attualmente quartultimo con 1.477 presenze al primo livello nazionale e una media di 52 gettoni per ogni calciatore. Poco? Forse sì. Di certo questo gap potrebbe rappresentare un vantaggio per la Spal nella gestione dei momenti e, perché no, degli episodi. Il Brescia, però, può contare su una qualità complessiva maggiore. CERTO, questo secondo dato non è misurabile, ma basta scorrere i nomi delle due rose per accorgersi che un Balotelli e un Tonali la Spal non li ha. Come uscire da un duello in cui una rende necessariamente qualcosa all’altra? Con il coraggio e l’entusiasmo, quelli che hanno sostenuto le prove di Cagliari e Udine ma sono fatalmente mancati in altre circostanze. Corini non deve cadere nella trappola del 3-5-2. Con la difesa a 3, giocando a specchio con gli avversari, il Brescia ha sempre perso (Inter, Verona, Atalanta) e non è riuscito a coprire il campo come avrebbe potuto e dovuto. Ecco perché la Spal va affrontata con il 4-3-1-2 (meglio ancora sarebbe il 4-4-2). Serve un sistema che non conceda uno contro uno sparsi in tutto il campo ma permetta di avere superiorità numerica grazie all’organizzazione. Nonostante la classifica deficitaria, la Spal resta squadra molto organizzata. Semplici è un tecnico che ha una straordinaria capacità di adattamento e lettura delle situazioni estemporanee. Non si può partire dall’Eccellenza e arrivare in Serie A in meno di 15 anni se non si possiede questo requisito. E non si vincono 6 campionati in 15 anni (2 volte l’Eccellenza, Serie D, Seconda Divisione, Lega Pro e Serie B) senza la capacità di gestire singoli momenti anche attraverso intuizioni. LA STRUTTURA di base dei ferraresi è il 3-5-2, sconfessato solo il 25 novembre a Genova per poi tornare indietro. La fase offensiva si poggia sui corazzieri Petagna e Floccari mentre i due reparti che la sostengono sanno interpretare le 2 fasi in maniera ermetica. Guardare i gol subiti nelle ultime 3 giornate per credere. Mentre il Brescia concedeva 10 reti a Torino, Roma e Atalanta, la Spal ha pareggiato (0-0) con l’Udinese, ha portato a casa un punto da Genova (1-1) e ha sfiorato il miracolo a San Siro con l’Inter (2-1). Un caso? Lo scalpo di Lazio e Parma, le uniche 2 vittorie fin qui, è di quelli che valgono molto. E il punto strappato al Napoli (1-1) la dice lunga sulle risorse di questa squadra. Cionek, Tomovic, Missiroli, Kurtic, Valdifiori, i già citati Petagna e Floccari, Berisha. Giocatori inequivocabilmente di Serie A. Vietato prendere sotto gamba questo impegno. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alberto Armanini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
86
Crotone
68
Spezia
61
Pordenone
58
Cittadella
58
Chievoverona
56
Pisa
54
Frosinone
54
Empoli
54
Salernitana
52
Venezia
50
Cremonese
49
Virtus Entella
48
Trapani
48
Cosenza
46
Ascoli
46
Pescara
45
Perugia
45
Juve Stabia
41
Livorno
21
Ascoli - Benevento
2-4
Chievoverona - Pescara
1-0
Cosenza - Juve Stabia
3-1
Cremonese - Pordenone
2-2
Frosinone - Pisa
1-1
Livorno - Empoli
0-2
Salernitana - Spezia
1-2
Trapani - Crotone
2-0
Venezia - Perugia
3-1
Virtus Entella - Cittadella
2-3