09 aprile 2020

Sport

Chiudi

17.02.2020

Tra infortuni e sparizioni Brescia sempre più spuntato

Florian Ayé lascia il campo nel primo tempo: espulso  AGENZIA FOTOLIVEMario Balotelli sovrastato da Daniele Rugani: per la punta partita da dimenticareTroppo poco Brescia per questa Juve SERVIZIO AGENZIA FOTOLIVE/Filippo Venezia, Manuela Viganti
Florian Ayé lascia il campo nel primo tempo: espulso AGENZIA FOTOLIVEMario Balotelli sovrastato da Daniele Rugani: per la punta partita da dimenticareTroppo poco Brescia per questa Juve SERVIZIO AGENZIA FOTOLIVE/Filippo Venezia, Manuela Viganti

Bisogna essere onesti intellettualmente. All'inizio quale era il reparto considerato più affidabile? L’attacco. La coppia Donnarumma-Torregrossa, devastante in B (37 reti, 25+12), l'arrivo di Balotelli, capace di rifiutare il Flamengo e 15 milioni belli come il sole di Rio de Janeiro per giocare nella squadra del cuore. E ancora: il sogno realizzato di Morosini, cresciuto a pane e Brescia, la tecnica di Tremolada. Dopo un girone e poco più, cosa è rimasto di tutto questo? Torregrossa è vittima dei continui infortuni che tormentano la sua carriera, Balotelli per ora è una scommessa non ancora persa ma non ha reso come ci si aspettava, Donnarumma è perso alla causa. Restano Ayé, che dell'attaccante non ha i crismi della pericolosità e in difesa, come a Torino, fa danni. Per quel poco che si è visto (12 partite su 24), Torregrossa è strautile alla causa. Ha fisico, tecnica, una discreta visione della porta, la capacità di fare giocate utili. Ma c'è troppo poco. BALOTELLI era (è) la grande speranza del Brescia. D'accordo che non viene servito come si deve, che a uno così bisogna costruire la squadra su misura. Ma a Torino contro la Juventus Mario non è pervenuto, non ha mai fatto un passo in più, una corsa in più. Non ha sfruttato la sua arma migliore, il tiro di potenza, nell'unica occasione in cui poteva usarla, quella punizione calciata a giro e finita sugli spalti dell’Allianz Stadium, bello ancora di più se paragonato al tugurio cadente di Mompiano ripittato di biancazzurro e con la V. Balo svolti, la fascia di capitano comporta responsabilità, ma che Lopez cerchi di creargli un habitat circostante che lo esalti, magari avvicinando Tonali. E Donnarumma? C'è chi dice che era meglio non prendergli nessuno che gli facesse ombra, lui che con i suoi 25 gol ha riportato il Brescia in A e sul trono dei bomber, 28 anni dopo il grande Maurizio Ganz. Poi, certo, si può reagire come sta facendo Donnarumma, che quando entra sbaglia gol fatti e commette errori letali. Donnarumma non sta mettendo in difficoltà Lopez, che non lo prende in considerazione nemmeno se ce n'è bisogno e gli preferisce Ayé. Mediti, il capocannoniere della scorsa stagione: la sua prima esperienza in A non può esaurirsi con il gol alla Juve all'andata. Quanto a chi è andato altrove - Morosini, Tremolada, Matri - sicuri che fosse peggio di chi c’è e si sta rivelando inadeguato alla Serie A? • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
69
Crotone
49
Frosinone
47
Pordenone
45
Spezia
44
Cittadella
43
Salernitana
42
Chievoverona
41
Empoli
40
Virtus Entella
38
Pisa
36
Juve Stabia
36
Perugia
36
Pescara
35
Ascoli
32
Venezia
32
Cremonese
30
Trapani
25
Cosenza
24
Livorno
18
Benevento - Pescara
4-0
Chievoverona - Cosenza
2-0
Cittadella - Pordenone
0-2
Empoli - Trapani
1-1
Frosinone - Cremonese
0-2
Juve Stabia - Spezia
3-1
Perugia - Salernitana
1-0
Pisa - Livorno
1-0
Venezia - Crotone
1-3
Virtus Entella - Ascoli
3-0