21 ottobre 2020

Sport

Chiudi

27.09.2020 Tags: Brescia Calcio

Tra luci, ombre e antichi difetti già evidente la mano di Delneri

Jhon Chancellor: i suoi errori sono stati decisivi in negativo FOTOLIVE
Jhon Chancellor: i suoi errori sono stati decisivi in negativo FOTOLIVE

Il pareggio è la media tra gli errori individuali di Chancellor, la buona reazione del primo tempo e l’espulsione di Papetti nel secondo. Luci e ombre. Ma anche una traccia evidente del calcio di Gigi Delneri, a oggi ancora da perfezionare nei tempi d’applicazione ma in potenza molto efficace. Una volta tanto bisogna dare ragione a uno dei refrain più abusati dagli allenatori: non è una questione di numeri ma di interpretazione. Finché il Brescia ha ignorato le due istruzioni essenziali che Delneri è andato ripetendo (sgolandosi) per i primi venti minuti di partita («giochiamo ‘sta palla» e «in avanti»), è stato l’Ascoli a comandare il punteggio. Le cose sono cambiate quando Dessena e Labojko hanno iniziato a verticalizzare per le punte. Il gol del pari è tutto lì. Una genialata di Labojko per Ayé, il cross al centro da destra e la chiusura del solito Donnarumma. Da lì in avanti è uscito il Brescia più «delneriano» di tutti i 90 minuti. Difesa alta, pressing sul portatore e verticalizzazione con doppia scelta: o si va dentro con le punte o si apre per gli esterni. Proprio sulle corsie si sono visti i progressi migliori rispetto al passato. Il Brescia di Corini, Grosso e Lopez faticava a costruire gioco negli ultimi 20 metri laterali del campo. Finché ha retto la parità numerica, quello di Delneri è stato in grado di mandare 7 volte al cross Spalek, 3 Zmrhal e 2 Martella. Come in ogni nuovo corso tecnico, però, si sono visti anche elementi da correggere. Uno su tutti il meccanismo del fuorigioco, costato lo 0-1 dopo 42 secondi (con erroraccio di Chancellor) e un brivido in chiusura di primo tempo con Cangiano (su errore nel piazzamento di Papetti). Il lavoro sui movimenti della linea darà certamente i suoi frutti ma è più che mai necessario. Da rivedere, o quantomeno da capire e analizzare, la sequenza di errori individuali di Chancellor. Uno su tutti il disimpegno balordo che ha portato al fallo giudicato da rosso di Papetti. Per il venezuelano, purtroppo, non è una novità ma il Brescia non può permettersi di fare spallucce. INTERESSANTI anche le scelte dopo il rosso a Papetti, una sorta di manifesto programmatico di Delneri: la difesa resta a quattro, gli esterni di centrocampo non si toccano, i due mediani nemmeno. Piuttosto si può rinunciare alla prima punta. Quindi esce Donnarumma per Mangraviti, un cambio eretico in condizioni normali ma necessario in inferiorità numerica. Tempo quattro minuti, però, e il 4-4-1 è diventato un 4-3-2 per gli ingressi di Morosini e Van de Looi, prima schierato playmaker, poi spostato mezz’ala sinistra con Dessena in regia. Altri quindici e si è tornati al 4-4-1 con Morosini largo a sinistra e Ghezzi a destra. Doppio mediano. Ma anche doppia sofferenza perché l’Ascoli ha alzato i giri del motore ed è andato vicino al gol della beffa. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alberto Armanini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Cittadella
10
Empoli
10
Salernitana
8
Venezia
7
Chievoverona
7
Frosinone
7
Reggina
6
Reggio Audace
4
Cosenza
4
Brescia
4
Lecce
4
Ascoli
4
Monza
3
Spal
3
Pordenone
3
Virtus Entella
3
Pisa
3
L.r. Vicenza Virtus
2
Cremonese
2
Pescara
1
Ascoli - Reggio Audace
2-1
Chievoverona - Brescia
1-0
Cittadella - Pordenone
2-0
Empoli - Spal
2-1
Frosinone - Virtus Entella
0-0
Lecce - Cremonese
L.r. Vicenza Virtus - Salernitana
1-1
Pisa - Monza
1-1
Reggina - Cosenza
0-0
Venezia - Pescara
4-0