23 ottobre 2019

Sport

Chiudi

23.05.2013

Caracciolo, un gol per la storia Ma è un record senza gioia

L'esultanza di Andrea Caracciolo: sono 103 le sue reti con la maglia del Brescia
L'esultanza di Andrea Caracciolo: sono 103 le sue reti con la maglia del Brescia

Andrea Caracciolo sperava di festeggiare in altro modo il suo nuovo status: capocannoniere di tutti i tempi del Brescia. E non c'è maniera migliore per superare il mito Gigi De Paoli, segnare la rete numero 103 in maglia Brescia che spingere la squadra del cuore verso la finale play-off, l'atto conclusivo per giocarsi la promozione in serie A. Inizia in gloria, finisce in vacca e non tanto per il pareggio di Paulinho, quanto per una banale caduta che costringe l'Airone a uscire prima dell'assalto finale alla porta di Mazzoni, al 34' della ripresa, sostituito da Mitrovic. In un contrasto con il brasiliano Emerson, ex Lumezzane, il centravanti del Brescia si infortuna al gomito sinistro, cadendo. Non c'è fallo, però che paura in tribuna! «Non preoccupatevi, non è nulla di grave», le parole tranquillizzanti dell'Airone all'uscita degli spogliatoi a chi gli chiedeva lumi sulle sue condizioni. E per dimostrare che le sue non sono frasi di circostanza, ecco il centravanti piegare il gomito: «Mi fa un po' male, ma a Livorno ci sarò», dice convintissimo. Saranno gli accertamenti, previsti per la giornata di oggi, a dire se Alessandro Calori domenica sera avrà a disposizione anche il bomber per l'assalto al Livorno. Ma il centravanti è convinto di potercela fare. Del resto l'Airone è sempre stato ottimista sulla possibilità di superare De Paoli già quest'anno, nonostante per trequarti di stagione sia stato l'ombra del centravanti apprezzato in quest'ultimo decennio in biancazzurro. A CARACCIOLO, a inizio stagione, mancavano 17 reti per superare De Paoli. Numero nefasto, nell'opinione generale, ma che è servito all'Airone per tagliare un traguardo cui teneva tantissimo. Adesso, però, l'obiettivo è un altro: firmare con le sue reti la seconda promozione in serie A del Brescia. Ripetere, insomma, l'esperienza di 3 anni fa, quando con quel rigore al Torino nella notte magica del 13 giugno 2010 (il 13, altro numero che di solito si dice meni gramo...), spedì i biancazzurri in Paradiso. No, Caracciolo non può fermarsi qui, ora che il record di De Paoli è battuto, che la corona è sua, che un posto nella storia se l'è assicurato in modo definitivo: «Ma la storia si fa soprattutto con i traguardi di squadra, non certo con gli obiettivi personali, anche se non nego che al titolo di capocannoniere del Brescia di tutti i tempi tengo moltissimo», ha avuto modo di ribadire anche di recente. ECCO PERCHÈ Caracciolo, ieri sera, di fronte ai volti preoccupati di parenti, amici e colleghi, ha mosso il gomito per far vedere che l'infortunio non è poi così grave, che a Livorno ci sarà, che l'assalto alla finale avrà anche il suo contributo. Contro il Livorno Caracciolo ha segnato spesso: in serie A 3 volte nell'anno della retrocessione dalla B alla A nel 2004-2005, una doppietta al Rigamonti nel 2008-2009, allenatore Nedo Sonetti. E con il colpo di testa di ieri fanno 6 centri. «A Livorno ci voglio essere», e la convinzione di Caracciolo a fine partita è un mantra che dovrà caricare il Brescia. Sul pullman che già domani porterà Calori e i suoi ragazzi in Toscana, ci dovrà essere spazio per la settima meraviglia contro gli amaranto. Del resto, come cantano i tifosi della Curva Nord, «sei tornato fin qua /per portarci in serie A / segna per noi/ Caracciolo». Già, come si fa a non esserci a Livorno? © RIPRODUZIONE RISERVATA

Vincenzo Corbetta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
18
Crotone
15
Empoli
15
Salernitana
14
Perugia
14
Chievoverona
13
Ascoli
12
Venezia
12
Virtus Entella
12
Cittadella
12
Pordenone
11
Cremonese
11
Pisa
10
Pescara
10
Cosenza
7
Spezia
7
Juve Stabia
7
Frosinone
6
Trapani
5
Livorno
4
Benevento - Perugia
1-0
Chievoverona - Ascoli
2-0
Cittadella - Cosenza
1-3
Empoli - Cremonese
1-1
Frosinone - Livorno
Juve Stabia - Pordenone
4-2
Pescara - Spezia
1-2
Pisa - Crotone
1-1
Venezia - Salernitana
1-0
Virtus Entella - Trapani
1-1