27 novembre 2020

Sport

Chiudi

21.10.2020

Enrico Vecchi, c’è l’oro oltre le siepi

Enrico Vecchi impegnato sulla pista di Modena dove ha vinto il titolo
Enrico Vecchi impegnato sulla pista di Modena dove ha vinto il titolo

Enrico Vecchi ha mantenuto la Promessa. Dopo il titolo tricolore 2019 negli juniores, il mezzofondista bresciano concede il bis al primo anno nella categoria degli under 23. La disciplina dell’atletica leggera è sempre la stessa, i 3mila siepi. «È una gara particolare, una sfida personale che coniuga la corsa e la coordinazione nei salti - specifica il neo campione italiano Promesse -. Non è una specialità facile, richiede molta dedizione ed è imprevedibile. Proprio questo aspetto la rende così affascinante». VECCHI HA INDOSSATO la maglia tricolore grazie al successo ai campionati nazionali di Modena, dove ha firmato il suo nuovo record personale (8’55”12). L’atleta della Rodengo Saiano - Mico è sceso per la prima volta sotto il muro dei 9’, vincendo la volata con Francesco Breusa per 62 centesimi. Una medaglia d’oro conquistata al fotofinish: «Lo sprint è il mio asso nella manica - svela il 19enne di Folzano, che compirà 20 anni il 15 dicembre -. Il passaggio al secondo chilometro non è stato tiratissimo, ma nell’ultimo mille non ci siamo risparmiati. Ero davvero in forma, però il successo è stato una gioia inaspettata ed enorme». Vecchi aveva vinto in questo modo anche il titolo dei 3mila siepi nel 2019, fermandosi a 9’15”01. In dodici mesi ha ritoccato il tempo di 20”: «Un miglioramento considerevole. E ho ancora margini», sottolinea. L’allievo di Maurizio Affò ha ereditato il dna e la passione delle siepi dal padre Angelo, che vanta un primato di 8’34”55. «Papà mi segue da vicino ed è un riferimento dell’Atletica Rodengo Saiano - spiega Enrico -. La maglia tricolore ha confermato che sono sulla buona strada per seguire le sue impronte». Vecchi junior si difende alla grande pure sulle altre distanze del mezzofondo, ma sono i 3mila siepi la sua gara, quella che gli ha permesso di acciuffare il settimo posto agli Europei juniores del 2019: «Indossare la divisa della nazionale è una grande soddisfazione che ricompensa i tanti sacrifici profusi - ammette il bresciano, in azzurro pure agli Europei di cross 2018 e 2019 -. Per questo ringrazio la famiglia e l’allenatore». CHIUSA LA STAGIONE su pista, ora i pensieri di Vecchi corrono all’università (Scienze motorie a Brescia) e alle campestri: «Vorrei diventare preparatore atletico e sogno un’esperienza all’estero, ma la situazione legata al Covid rende ogni cosa incerta, compresi i prossimi cross», si rammarica. Da buon siepista, però, è abituato a superare tutti gli ostacoli e presto manterrà altre promesse: «Faticare non è proprio un problema se poi arriva la medaglia d’oro». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Luca Regonaschi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Empoli
17
Salernitana
17
Lecce
15
Spal
15
Venezia
14
Chievoverona
14
Frosinone
13
Cittadella
11
Monza
10
Brescia
9
Pordenone
9
Cosenza
8
Reggina
7
Pisa
7
Reggio Audace
7
L.r. Vicenza Virtus
6
Ascoli
5
Virtus Entella
5
Pescara
4
Cremonese
3
Ascoli - Virtus Entella
1-1
Brescia - Venezia
2-2
Cittadella - Empoli
2-2
Frosinone - Cosenza
0-2
Lecce - Reggio Audace
7-1
L.r. Vicenza Virtus - Chievoverona
Pordenone - Monza
1-1
Reggina - Pisa
1-2
Salernitana - Cremonese
2-1
Spal - Pescara
2-0