20 settembre 2019

Sport

Chiudi

19.08.2019

Feralpisalò, un lampo
e poi la resa. Il sogno
si infrange contro la Spal

Sergio Zanca FERRARA Due categorie di differenza (la Spal in A, per di più di fronte al suo caloroso pubblico, la Feralpisalò in C) si vedono e si sentono. E così il sogno della squadra di Giuseppe Pasini, che avrebbe voluto festeggiare con il passaggio di un altro turno in Coppa Italia il suo compleanno, e di Damiano Zenoni, intenzionato a fargli un regalo sorprendente, è durato un paio di minuti. Il tempo trascorso tra il gol di Maiorino (dopo 30 secondi) e il pareggio di Di Francesco, autentico mattatore della serata, abile a creare scompiglio e a fornire a Valoti gli assist per le successive due reti degli spallini. Non c’è più stata storia, insomma: troppo netta la differenza di valori tecnici, tattici e agonistici. Dignitoso, comunque, il comportamento della Feralpisalò, che ha fatto del suo meglio per rispondere colpo su colpo, chiudendo i varchi e ripartendo in contropiede. LA PARTITA. È un «Paolo Mazza» rinnovato quello che apre i battenti per il terzo turno di Coppa Italia. La Spal, che ha prevalso nell’amichevole di fine luglio a Valles, in Sud Tirol, con un perentorio 4-1, propone il classico 3-5-2. Play maker arretrato Missiroli. Di Francesco, figlio d’arte, e D’Alessandro sono chiamati a spingere sulle fasce. In attacco il possente Petagna e lo sgusciante Moncini, autentica sorpresa l’anno scorso in B con il Cittadella. La Feralpisalò cambia modulo, passando dal 3-5-2 al 4-3-2-1: un esperimento dettato dalle caratteristiche dei nuovi arrivati. In difesa due marcatori di ruolo (l’ex Giani e Rinaldi), esterni Zambelli e Contessa. In cabina di regia Guidetti, diventato papà da un paio di giorni, rileva lo squalificato Pesce. Ai suoi fianchi Magnino e Scarsella. I rifinitori Ceccarelli e Maiorino sostengono Andrea Caracciolo. L’avvio è davvero scoppiettante. Trascorrono appena trenta secondi e i gardesani sbloccano il punteggio con Maiorino, che si fa trovare libero sulla sinistra per insaccare un traversone di Zambelli. Nemmeno due minuti dopo la Spal pareggia. Ci pensa Di Francesco, con un tiro angolato dal limite dell’area. Poi Kurtic impegna a terra De Lucia. La Feralpisalò si rende pericolosa con un paio di incursioni di Zambelli e Scarsella, che non azzeccano il lancio risolutivo. I padroni di casa avanzano a folate e al 16’ si portano in vantaggio con un’azione viziata da un fuorigioco. Di Francesco scatta sulla destra e mette in mezzo per Valoti: il figlio di Aladino, ex centrocampista del Brescia, segna da un paio di passi. Vivaci le proteste per chiedere l’annullamento della rete, ma l’arbitro Chiffi convalida. Al 18’ splendido lancio di Petagna per Moncini, che calcia a colpo sicuro: De Lucia gli nega il gol. E al 20’, lanciato da Scarsella, Caracciolo sciupa un’incredibile occasione. La Spal allunga al 32’, mentre Rinaldi è fuori dal campo per una botta. Su angolo di Di Francesco, perentorio stacco di Valoti, che spedisce all’incrocio: 3-1. I protagonisti sono gli stessi del gol precedente, ma l’assenza temporanea del difensore di Leno ha inciso. Nella ripresa i ritmi calano. Stanco, subentrato a Caracciolo, impegna Berisha. Valoti si esibisce in una straordinaria rovesciata, che termina a lato, poi esce tra un uragano di applausi. La Feralpisalò perde qualche pallone di troppo in uscita, e De Lucia deve esibirsi in altre prodezze, su conclusioni di Kurtic (il portiere alza addirittura di tacco), Petagna e Cionek. Debutta Carraro, giunto dall’Imolese, e chiama al tuffo Berisha. Nel finale Maiorino potrebbe accorciare ma, dopo avere superato il portiere, viene fermato sulla linea da Cionek. In pieno recupero l’espulsione di Legati. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Sergio Zanca
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Virtus Entella
9
Benevento
7
Pisa
7
Perugia
7
Ascoli
6
Pordenone
6
Pescara
6
Salernitana
6
Empoli
5
Crotone
5
Chievoverona
4
Spezia
3
Venezia
3
Cremonese
3
Frosinone
3
Cittadella
3
Cosenza
1
Juve Stabia
1
Livorno
0
Trapani
0
Ascoli - Livorno
2-0
Cittadella - Trapani
2-0
Cosenza - Pescara
1-2
Crotone - Empoli
0-0
Perugia - Juve Stabia
0-0
Pisa - Cremonese
4-1
Pordenone - Spezia
1-0
Salernitana - Benevento
0-2
Venezia - Chievoverona
0-2
Virtus Entella - Frosinone
1-0