30 novembre 2020

Sport

Chiudi

25.10.2020

Hart è il padrone a Sestriere Hindley in rosa per centesimi

Tao Geoghegan Hart e Jai Hindley all’arrivo al Sestriere
Tao Geoghegan Hart e Jai Hindley all’arrivo al Sestriere

SESTRIERE Due a pari tempo in classifica alla vigilia dell’ultima tappa, la crono di 15 chilometrim da Cernusco a piazza Duomo a Milano: non era mai accaduto nella storia del Giro d’Italia. Geoghegan Hart (Ineos) vince la tappa e con i quattro secondi di abbuoni pareggia il tempo di Jai Hindley (Sunweb), i due protagonisti della Alba-Sestriere, i più forti in salita assieme ad uno straordinario Rohan Dennis, fondamentale per le fortune di Geoghegan Hart e della Ineos. In rosa, oggi, parte Hindley, con il vantaggio di cominciare la crono alle spalle dell’inglese, ma è inferiore, almeno sulla carta, a cronometro. La Sunweb si gode un altro giorno in rosa. Hindley, in rosa per questione di centesimi di secondo nelle precedenti cronometro rispetto a Geoghegan Hart, sostituisce Kelderman che nel corso della seconda ascesa al Sestriere conferma le difficoltà in salita emerse nettamente nella tappa dello Stelvio. Wilco, dei tre, resta il più forte nelle cronometro, ma all’ultimo giorno del Giro contano soprattutto le energie residue. Il suo distacco di 1’32” appare incolmabile in soli 15 km nei quali. Il favorito numero per la vittoria finale è Geoghegan Hart. Nella crono d’apertura, a Palermo, è arrivato 49” dopo Hindley, ma non aveva ambizioni di classifica. A Valdobbiadene, invece, Tao ha dato 1’15” all’australiano. La tappa è animata dall’attacco in partenza di 21 atleti, tra i quali velocisti come Demare (maglia ciclamino ufficiale) e Viviani che hanno scelto di anticipare le salite. Alle spalle, Kelderman comincia a perdere terreno, a causa del ritmo imposto dalla Ineos, ai meno trenta. Dennis, Geoghegan Hart e Hindley fanno la corsa. Allontanano subito l’olandese che, per sua fortuna, trova nell’inseguimento alleati nei vecchi rivali, prima i Trek di Nibali, poi l’ex maglia rosa Almeida che, nel finale, lascia tutti e va a chiudere al quarto posto. Assorbiti tutti i fuggitivi, quando Dennis esaurisce il suo compito, Hindley guadagna un secondo su Tao al traguardo volante, poi per tre volte scatta per guadagnare secondi, ma Geogegan Hart risponde, gli pedala al fianco e quando l’australiano lancia la volata, lo salta agevolmente. Hindley e Geoghegan Hart sono altri due esempi del cambio generazionale in atto. Hindley si gode la maglia rosa. «Fin da piccolo», dice, «avrei voluto indossarla. Per me, è un onore enorme. Amo l’Italia, le sue bellezze, la gente, la cultura. E dico grazie ad una famiglia con la quale ho vissuto in Abruzzo. È stata una tappa da montagne russe. Io e Tao siamo a pari tempo, vedremo chi sarà il migliore nella crono. Dovrò fare la corsa della mia vita». Geoghegan non si sbilancia sull’esito finale. Si dice «felice per Dennis, per la squadra, per il Giro che ha vissuto un giorno molto bello». «La crono», aggiunge, «sarà questione di gambe, spero averla buona. Certo, dieci giorni fa mai avrei immaginato di essere così in classifica alla vigilia dell’ultima tappa. A volte mi vengono in mente i minuti persi in Sicilia quando dovevo aiutare Thomas. Non me l’aspettavo, ma ho veramente combattuto per arrivarci. Devo tanto a Dennis che ha fatto qualcosa di folle, facendo esplodere la gara». Oggi, nella crono, si attende il poker di Filippo Ganna. •

Renzo Puliero
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Salernitana
20
Lecce
18
Empoli
18
Venezia
17
Frosinone
16
Spal
15
Cittadella
14
Chievoverona
14
Monza
13
Pordenone
12
Brescia
9
Cosenza
8
Reggio Audace
8
L.r. Vicenza Virtus
7
Reggina
7
Pisa
7
Ascoli
5
Virtus Entella
5
Cremonese
4
Pescara
4
Brescia - Frosinone
1-2
Chievoverona - Lecce
1-2
Cosenza - Salernitana
0-1
Empoli - L.r. Vicenza Virtus
2-2
Monza - Reggina
1-0
Pescara - Pordenone
0-2
Pisa - Cittadella
1-4
Reggio Audace - Cremonese
1-1
Venezia - Ascoli
2-1
Virtus Entella - Spal