25 maggio 2020

Sport

Chiudi

20.05.2020

«In reparto il match
più importante
della vita»

Marika  Torri in repartoUn trionfo della campionessaMarika Torri, 26 anni, con il pluricampione mondiale di kick boxing, Angelo Valente
Marika Torri in repartoUn trionfo della campionessaMarika Torri, 26 anni, con il pluricampione mondiale di kick boxing, Angelo Valente

Erica Calissi La lotta in corsia al Covid-19 ha anche il volto dolce e deciso di Marika Torri, 26enne di Braone portacolori della Kick Boxing Vallecamonica, la scuola camuna del maestro Lionello Pedersoli. Laureata con 110 e lode all'Università di Brescia nel novembre 2016 la vice campionessa italiana di kick boxing, azzurra agli Europei dello scorso anno, dal servizio al Pronto Soccorso dell'Ospedale di Edolo è stata trasferita nel reparto di terapia intensiva a Esine per affrontare la sfida più difficile della sua carriera. «Non posso negare che è stata dura. Nessuno si aspettava tutto questo. Passare dal pronto soccorso alla terapia intensiva ha significato imparare tecniche e competenze diverse e in tempi brevi, ma i miei fantastici colleghi, mi hanno aiutata in tutto. Abbiamo fatto un grande lavoro di squadra». LA SQUADRA dei sanitari in questi mesi è stata la più sostenuta e tifata d’Italia e Marika ha trovato lì tutto il calore e l’appoggio che non poteva darle la sua famiglia da cui si è volontariamente auto isolata prendendo in affitto un appartamento per un po’. Anche il calore della sua seconda famiglia, quella della Vallecamonica kickboxing è mancato, ma il suo sport in questi mesi di turni massacranti e sofferenza è stato fondamentale. Infondo sul tatami, nel pieno della lotta, lei ci è salita ogni giorno contro il Coronavirus. «Lavorare con tutte le protezioni necessarie appesantisce e vincola nei movimenti. Non è facile fisicamente. La mia preparazione dal punto di vista fisico mi ha aiutato molto, ma soprattutto il mio sport mi ha aiutato dal punto di vista mentale in questi mesi di lavoro. Spesso durante un turno mi è capitato di pensare che per non farmi travolgere dagli eventi dovevo estraniami come faccio prima di un combattimento. Anche le sensazioni di solitudine e paura che abbiamo provato in questi mesi sono, per motivi diversi, le stesse che provo prima di combattere. Da sola, con le mie paure, ma con la certezza che devo affrontarle e andare avanti» Ora che la parte più difficile della battaglia pare finalmente alle spalle, Marika è tornata a casa, ad allenarsi in vista del ritorno sul tatami in quei combattimenti che tanto ama e in cui porterà tutto quello che appena vissuto. «Questi due mesi sono stati il match più importante della mia vita, divisi in tanti round. Abbiamo acquisito una forza psicologica che ci porteremo dietro per sempre. Abbiamo capito il valore dello spirito di squadra, di lottare insieme per lo stesso obiettivo. E poi tutte queste privazioni ci regaleranno un sorriso in più. Penso ancora al tatami. Spesso prima della gara c’è la tensione. Credo che prima del prossimo combattimento invece sorriderò e lo godrò, visto che per mesi non ho potuto farlo. La nostra quotidianità, quello che abbiamo e che amiamo, non è così scontato come credevamo. Nemmeno lo sport». LA QUOTIDIANITÀ sembra avvicinarsi, gli allenamenti riprendono ma Marika Torri, come chi ha vissuto in prima linea questi due mesi non potrà dimenticare dolore e paura. Per questo invita tutti ad un graduale ritorno alla normalità, con prudenza e rispettando le norme. «Dobbiamo tenere alta la guardia. Da camuni dobbiamo fare quello che ci esce meglio: resistere e non mollare proprio ora. Il virus non è scomparso e noi sanitari non so se avremmo la forza, soprattutto mentale, di fare fronte ad una nuova ondata così tremenda. È stata dura, ma se ognuno continuerà ad aiutarci vivendo responsabilmente questa fase, forse possiamo dire di avercela fatta». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
69
Crotone
49
Frosinone
47
Pordenone
45
Spezia
44
Cittadella
43
Salernitana
42
Chievoverona
41
Empoli
40
Virtus Entella
38
Pisa
36
Juve Stabia
36
Perugia
36
Pescara
35
Ascoli
32
Venezia
32
Cremonese
30
Trapani
25
Cosenza
24
Livorno
18
Benevento - Pescara
4-0
Chievoverona - Cosenza
2-0
Cittadella - Pordenone
0-2
Empoli - Trapani
1-1
Frosinone - Cremonese
0-2
Juve Stabia - Spezia
3-1
Perugia - Salernitana
1-0
Pisa - Livorno
1-0
Venezia - Crotone
1-3
Virtus Entella - Ascoli
3-0