20 ottobre 2020

Sport

Chiudi

28.09.2020 Tags: Calcio

La Feralpisalò è
scattante con il
pieno di benzina verde

Davvero buona la prima di campionato per la Feralpisalò, che rende le cose semplici, con un atteggiamento convincente per l’intero primo tempo. Segna due gol all’Arezzo, l’unica squadra toscana inserita nel girone B, in maniera fin troppo agevole. Nella ripresa bada ad amministrare la manovra, corre pochi pericoli, nel finale subisce un rigore dubbio, e chiude senza brividi o spaventi nonostante il vantaggio minimo. Una giornata, quella inaugurale del girone B della Serie C, piena di sorprese. Le due grandi cadono infatti come pere mature, entrambe in casa. Il Padova di Andrea Mandorlini, che mercoledì a fatica aveva eliminato il breno nel turno inaugurale di Coppa Italia, perde all’Euganeo con l’Imolese; e la Triestina al Nereo Rocco con la neo promossa Matelica, che sabato a Macerata riceverà proprio la Feralpisalò. Al Renato Curi il Perugia di Fabio Caserta, appena retrocesso dalla B, riemerge alla distanza col Fano, salvatosi in estate per il rotto della cuffia. Una partenza esplosiva, da fuochi artificiali. LA FERALPISALÒ, invece, parte senza sorprese. I gardesani sbloccano il punteggio al 5’ con Luca Miracoli, lo stesso attaccante che aveva firmato l’ultimo gol della stagione regolare, al 7’ di recupero della gara col Gubbio (3-3). Era il 16 febbraio, da allora sono passati 224 giorni. Come riannodare un filo lungo 7 mesi e mezzo, spezzato dal Coronavirus. Il raddoppio lo firma l’altro Luca, Guidetti, al 32’. La barca va, sospinta da un vento freddo, e sotto nuvole minacciose. «Occorre concretezza», aveva intimato alla vigilia l’allenatore gardesano Massimo Pavanel. E così è stato. In mezz’ora i verde blu confezionano tre palle gol, e ne trasformano due: il massimo della produttività. È Federico Bergonzi, classe 2001, a effettuare i cross vincenti: sul primo, una parabola lunghissima, Ceccarelli tocca verso Miracoli, che insacca a porta vuota; sul secondo, da distanza più ravvicinata, Guidetti devia di testa. Tra questi episodi decisivi, al quarto d’ora Legati non ha inquadrato lo specchio della porta, sempre in acrobazia, su angolo di D’Orazio. L’Arezzo dà segni di risveglio al 45’, quando il difensore Cipolletta, lo stesso che in avvio si era fatto sorprendere da Miracoli, di testa impegna De Lucia in una respinta… miracolosa. Nella ripresa la Feralpisalò tende a tirare i remi in barca, e a non scoprirsi troppo. All’11’ il più anziano della compagnia, il 37enne Aniello Cutolo, capitano dell’Arezzo, suona la carica, fornendo un invitante traversone a Picchi, che spedisce alto. La formazione toscana prende in mano l’iniziativa, ma la sua manovra, pur insistita, è piuttosto sterile e non dà frutti. FINCHÈ, al 39’, l’arbitro punisce con il rigore un intervento di Bacchetti su Cutolo. Forse il difensore arrivato dal Gubbio ha toccato il piede dell’esperto attaccante che, comunque, vola a terra in maniera persino plateale. Lo stesso Cutolo trasforma dal dischetto. Nonostante i 4 minuti di recupero non c’è più tempo per modificare una situazione ben definita. Al tirar della somme una Feralpisalò ricca di brio, capace di sviluppare una manovra lineare (è Carraro a tirare i fili del discorso), e di lasciare il segno. Peccato che, col passare dei minuti, abbia mostrato un po’ di respiro corto, tanto da indurre Pavanel a irrobustire il reparto arretrato con l'inserimento di Giani. Ultima annotazione: l’inserimento, nelle file dell’Arezzo, del 19enne Christian Sussi, figlio di Andrea, terzino sinistro del Brescia ai tempi di Carletto Mazzone. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Sergio Zanca
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Cittadella
7
Salernitana
7
Empoli
7
Frosinone
6
Reggina
5
Reggio Audace
4
Brescia
4
Chievoverona
4
Lecce
4
Venezia
4
Pordenone
3
Spal
3
Cosenza
3
Monza
2
Cremonese
2
Virtus Entella
2
Pisa
2
L.r. Vicenza Virtus
1
Pescara
1
Ascoli
1
Brescia - Lecce
3-0
Cosenza - Cittadella
1-1
Cremonese - Venezia
0-0
Frosinone - Ascoli
1-0
Monza - L.r. Vicenza Virtus
Pescara - Empoli
1-2
Pordenone - Spal
3-3
Reggio Audace - Chievoverona
0-1
Salernitana - Pisa
4-1
Virtus Entella - Reggina
1-1