20 giugno 2019

Sport

Chiudi

20.01.2019

La Germani punta al derby e vuole sorridere ancora

Coach Andrea Diana, 43 anni, indica la strada alla Germani BresciaDavid Moss, 35 anni, capitano e anima della Germani Brescia: veste il biancazzurro dal marzo 2016
Coach Andrea Diana, 43 anni, indica la strada alla Germani BresciaDavid Moss, 35 anni, capitano e anima della Germani Brescia: veste il biancazzurro dal marzo 2016

Continuare a vincere per aprire il ritorno con il sorriso: la Germani Brescia ospita al palaLeonessa per la prima partita della seconda fase della regular season la pallacanestro Varese, una delle rivelazioni di questa stagione (contesa alle 19.05). Davanti al proprio pubblico, la squadra di coach Andrea Diana ha la chance di dimostrare che quello contro la Reyer Venezia non è stato solo un episodio sporadico, ma un chiaro segnale dell’indirizzo preso da Moss e soci, anche in vista della serie di sfide che i biancazzurri affronteranno prima della sosta per le finali di coppa e per la nazionale. SENZA Luca Vitali (che potrebbe rientrare già contro Trieste, accelerando il recupero) e Marco Ceron (che ha ripreso l’attività, seppur in maniera molto leggera), la formazione capitanata da David Moss deve anche dimostrare se il roster attuale è sufficiente o meno per arrivare fino a fine stagione: è una sfida anche questa tutto sommato, perché se da un lato un numero limitato di pedine (9, quando rientrerà Vitali) permette di definire al meglio minutaggi e scelte tecniche, dall’altro rischia di consumare inevitabilmente le energie e gli equilibri della squadra. Lo sa bene coach Andrea Diana, alla ricerca di risposte dal parquet amico, quest’oggi: «Vogliamo ribadire quanto fatto già la scorsa settimana contro Venezia e partire con la giusta concentrazione - analizza il tecnico livornese -: l’approccio alla partita deve essere sempre molto elevato». Perché gli avversari odierni non vengono da un gran periodo e sono in cerca di riscatto: «Varese viene da un’andata straordinaria, e anche se arriva da 3 sconfitte nelle ultime 5 uscite, è in grande fiducia, oltre ad essere consapevole dei propri mezzi. Ha ottenuto risultati grazie al frutto del lavoro: organizzazione, gerarchie chiare (il quintetto base ruota mediamente 30’ a partita) e affiatamento. Sanno sempre dove andare a colpire». E lo sanno dalla prima giornata, quando una tripla di Moore a pochi secondi dalla fine stese Brescia. «Varese ama giocare insieme: i 17 assist di media a partita non sono un caso, e il rapporto assist/palle perse è esemplificativo di come la squadra sa stare bene in campo. Dovremo avere un’attenzione particolare su Avramovic e Moore: il primo ha fantasia e possibilità di colpire, il secondo è la mente». DIANA ha le idee chiare sui temi tattivi della sfida odierna: «La chiave della partita? Sarà la difesa: i nostri avversari vincono le partite quando segnano 83 punti di media, che nelle sconfitte si abbassano a 69. Chiudere gli spazi, contestare ogni tiro, non concedere punti in contropiede e vincere la lotta ai rimbalzi, dove Cain potrebbe farci male: questi gli aspetti fondamentali della nostra partita». E a rimbalzo Beverly dovrà fare gli straordinari: Zerini, come Laquintana la scorsa settimana, è alle prese con l’influenza e, se sarà della partita, lo sarà a mezzo servizio. Sacchetti, cresciuto nelle giovanili di Varese, farà in caso da centro aggiunto. Ma tutti dovranno dare qualcosa in più alla causa: perché oggi per la Leonessa comincia una stagione nuova, ripartendo da -4, il gap da recuperare per raggiungere la zona play-off. Un obiettivo che, raggiunta la salvezza, Brescia cercherà di far suo. Iniziando da questa sera. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alberto Banzola
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Brescia
67
Lecce
66
Palermo
63
Benevento
60
Pescara
55
Hellas Verona
52
Cittadella
51
Spezia
51
Perugia
50
Cremonese
49
Cosenza
46
Crotone
43
Ascoli
43
Livorno
39
Venezia
38
Salernitana
38
Foggia
37
Padova
31
Carpi
29
Brescia - Benevento
2-3
Carpi - Venezia
2-3
Crotone - Ascoli
3-0
Hellas Verona - Foggia
2-1
Lecce - Spezia
2-1
Padova - Livorno
1-1
Palermo - Cittadella
2-2
Perugia - Cremonese
3-1
Pescara - Salernitana
2-0
Cosenza - [ha Riposato]