23 agosto 2019

Sport

Chiudi

14.07.2010

Lumezzane, è fatta: Nicola allenatore


 Davide Nicola in azione con la maglia del Lumezzane: e adesso ne è diventato l'allenatore
Davide Nicola in azione con la maglia del Lumezzane: e adesso ne è diventato l'allenatore

Adesso è ufficiale: è Davide Nicola il nuovo allenatore del Lumezzane. Sarà presentato in sede sabato a mezzogiorno, mentre è stata rimandata la presentazione della squadra che avrebbe dovuto svolgersi sabato a Polpenazze nella cornice della serata finale del torneo notturno: sarà il Primo agosto, al termine del ritiro di Dobbiaco, alle 20.30, in occasione della manifestazione motoristica Extreme.
DAVIDE NICOLA è alla prima esperienza da allenatore, anche se negli ultimi sei mesi dello scorso campionato ha «studiato» al fianco di Leonardo Menichini, divenendone il braccio esteso nello spogliatoio e in campo. Ha ottenuto il patentino a Coverciano ed è pronto ad iniziare la nuova avventura. Nato il 5 marzo 1973 a Luserna San Giovanni (Torino), ha speso la propria carriera soprattutto tra Genoa e Ternana, oltre che a Torino, Pescara, Ravenna, tra le altre, e naturalmente negli ultimi due campionati a Lumezzane dove ha avuto la soddisfazione di vincere lo scorso aprile la Coppa Italia di Lega Pro e dove è stato apprezzato da tutti per la propria serietà e grande professionalità. Adesso la «promozione», che era nell'aria comunque ormai da diverse settimana ma che adesso ha anche il crisma dell'ufficialità. Per il Lumezzane dunque una scelta di continuità rispetto al lavoro fatto negli ultimi anni; per Nicola invece una grande chance per mettersi subito alla prova. «Per noi e per lui è una bella scommessa - dice il direttore sportivo Luca Nember - ma siamo fiduciosi per questo progetto». L'obiettivo a questo punto è consegnare a Nicola una squadra che possa essere competitiva: in questo senso il Lumezzane sembra essere in ritardo (certamente il gruppo che si ritroverà domani per cominciare la stagione con le visite mediche e i primi test atletici è ben lontano dal rappresentare il nucleo definitivo della squadra) ma Nember si mostra ottimista: «Penso che stiamo lavorando bene sul mercato. Non è sempre facile cambiare 14-15 giocatori tutti gli anni, ma abbiamo dimostrato di sapercela cavare bene nelle ultime due stagioni e siamo convinti di poter costruire una squadra che possa fare meglio, o perlomeno possa eguagliare, quanto fatto l'anno scorso. Non sarà facile ma ci proveremo».
SUL FRONTE degli ingressi si deve registrare una nuova accelerazione sul fronte Fausto Ferrari: oggi Nember avrà un incontro con il procuratore del giocatore, Tullio Tinti. Le alternative: si guarda al Varese per Stefano Del Sante ma anche verso est per arrivare a Goncalves Dimas, Sambonifacese, di proprietà del Chievo, con il conseguente abbassamento di possibilità di un approdo in Valgobbia del giovane attaccante della Sampdoria Emanuele Testardi. Un colpaccio però Nember potrebbe metterlo a segno a centrocampo strappando la conferma di Amedeo Calliari.
Con Sevieri e Mancini (Primavera Lazio) vicinissimi, Longhi (Feralpi Salò) obiettivo per la difesa e la blindatura di Emerson (firmato un triennale per lui) la squadra potrebbe essere fatta: serve l'ultimo sforzo per chiudere queste trattative, compresa quella che porterà al sostituto di Andrea Pintori ormai un giocatore del Benevento.

Mario Mattei
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1