22 settembre 2019

Sport

Chiudi

11.04.2019

Centrale Sferc, niente bis: ora serve un’impresa

Un salvataggio di Emanuele Scanferla e Paolo Tiberti. La Centrale Sferc ha dato tutto, ma non è bastato
Un salvataggio di Emanuele Scanferla e Paolo Tiberti. La Centrale Sferc ha dato tutto, ma non è bastato

Il secondo miracolo non c’è stato. Dopo la bella ed importante vittoria a Piacenza (3-1) in gara uno dei quarti di finale dei play-off promozione per la Superlega, la Centrale Sferc non riesce a ripetersi e soccombe nel ritorno, in un PalaSanFilippo affollato, caloroso ed assordante, sempre per 3-1. «Siamo stati bravi, ma potevamo fare qualcosa di più – dice Roberto Zambonardi, tecnico del Brescia -. Abbiamo preso agli inizio dei set degli svantaggi che potevamo evitare così come certi filotti sulle loro battute. Loro però sono uno squadrone ed era difficile ripetersi». Non è finita. Il passaggio del turno le due squadre se lo giocano in Emilia domenica: sarà un’altra battaglia. «Noi andiamo a Piacenza a cuor leggero – commenta il tecnico cittadino -, poi vediamo quello che succederà. Certo, sarà molto difficile». La Centrale Sferc ha comunque poco da rimproverarsi da questa seconda gara dei play-off. Ha giocato con il cuore, pur senza Cisolla e con Valsecchi che è durato solo due set, con grande determinazione, con la grinta della squadra vista nel girone di andata. Ma tutto questo non è bastato, così come non è stata sufficiente la grande serata di tutta la squadra da Bisi (top scorer della serata con 23 punti e i 55% in attacco) a Milan (19 punti e 57% in attacco) a Tiberti, che ha servito al meglio i suoi compagni, a Rodella, Candeli, Signorelli, tutti giocatori che l’anno scorso erano in B e che ieri sera hanno fatto una grande gara contro uno squadrone come quello del Piacenza. Senza contare il giovane libero Scanferla che ha subìto un solo ace e che si è prodigato su ogni zona del campo. Nel primo set Piacenza subito in vantaggio e Brescia sempre a rincorrere. Sul 21-23 è Yudin a procurarsi la prima palla set e Sabbi a chiuderla dai nove metri (21-25). PARTE FORTE il Piacenza nel secondo set (7-2), ma la Centrale Sferc lotta e pareggia (14-14) con due punti di Milan (4 nel set): il primo con un muro su Sabbi e il secondo con un bell’attacco da posto quattro. Ma è Piacenza ad andare al set point (23-24) e a chiudere alla prima possibilità sfruttando una difesa su un grande attacco di Bisi (6 i punti nel parziale) che cade sulla rete tra le braccia di Tondo e Candeli e finisce nel campo bresciano (23-25). Lo 0-2 non scoraggia la Centrale che sull’8-8 infila 4 punti e arriva al 25-20. La risposta del Piacenza è immediata. Brescia resta in gara fino al 16-17, poi soccombe. Si giocherà la semifinale alla «bella» a Piacenza. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Salvatore Messineo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
10
Virtus Entella
10
Ascoli
9
Pisa
8
Perugia
8
Empoli
8
Pescara
7
Pordenone
6
Salernitana
6
Cremonese
6
Chievoverona
5
Crotone
5
Spezia
4
Venezia
4
Frosinone
4
Livorno
3
Cittadella
3
Cosenza
1
Juve Stabia
1
Trapani
0
Benevento - Cosenza
1-0
Chievoverona - Pisa
2-2
Cremonese - Crotone
2-1
Empoli - Cittadella
1-0
Frosinone - Venezia
1-1
Juve Stabia - Ascoli
1-5
Livorno - Pordenone
2-1
Pescara - Virtus Entella
1-1
Spezia - Perugia
2-2
Trapani - Salernitana