31 maggio 2020

Sport

Chiudi

24.02.2020

Sarca Italia, il sogno sfuma: derby amaro e addio Coppa

Il capitano Simone Tiberti saluta i tifosi arrivati da Brescia al termine della finaleL’attacco di Alberto Cisolla:  la Sarca Italia cade al quinto setIl sogno Coppa Italia sfuma al quinto set:  il trofeo prende la strada di Bergamo
Il capitano Simone Tiberti saluta i tifosi arrivati da Brescia al termine della finaleL’attacco di Alberto Cisolla: la Sarca Italia cade al quinto setIl sogno Coppa Italia sfuma al quinto set: il trofeo prende la strada di Bergamo

Salvatore Messineo BOLOGNA Il sogno sfuma sul più bello. La Sarca Italia non riesce a mettere in bacheca la Coppa Italia di A2. A Bologna, in una Unipol Arena sold out, Brescia ci mette cuore, orgoglio e tanta voglia di vincere, ma alla fine si inchina alla bestia nera Bergamo (ottava vittoria in altrettanti confronti). Al termine di una gara molto emozionante, combattuta, equilibrata, decisa al quinto set e sul filo di lana (15-13). Peccato, perché la Centrale ha tenuto molto bene il campo contro un avversario sulla carta superiore, annullando un primo match ball sul 24-23 del quarto set e un secondo sul 14-12 del quinto. Alla fine non c’è stato nulla da fare e Tiozzo, uno dei migliori insieme a Della Lunga (mvp del match), al terzo match ball ha messo la parola fine al derbyssimo. Applausi meritati per Brescia, alla quale però serviva qualcosa in più per il successo. A mancare è stato il fondamentale della battuta, dalla quale Zambonardi sperava di ottenere di più dei soli 5 ace a fronte dei 21 errori (9-14 per Bergamo). Hanno tenuto bene l’attacco (45% di positività contro il 41 di Bergamo), pur con il limitato apporto di Galliani, e il muro (15-11 il conto dei block vincenti), ma al tie break sono stati questi due fondamentali a decidere il confronto. Sul 12-12 sono stati due muri del palleggiatore Garnica su Galliani e uno dell’ex Signorelli su Bisi a cambiare il corso di un match (12-14) che fino a quel momento i cittadini avevano controllato. Galliani ha annullato poi la seconda palla match della serata, ma sulla terza, nonostante il tentativo di Zambonardi di alzare il muro (Gavotto per Tiberti), Tiozzo al secondo tentativo ha blindato la Coppa. LA PARTITA. Brescia sin dall’inizio fa paura a Bergamo (3-0), anche se sul 12-13 subisce un brutto 0-4 sulle griffato dalle battute potenti di Da Silva Wagner (3 alla fine). Un break ricucito dal servizio di Tiberti, dal muro di Bisi e dall’attacco di Galliani (20-21). Ma proprio sul più bello sono gli errori (13-9 alla fine) a mettere in crisi Brescia e a dare il primo set ai bergamaschi (21-25). La musica sembra la stessa anche nel secondo, con Brescia per larghi tratti in vantaggio (11-8, 14-11), ma con Bergamo sempre vivo. Sul 16-16 Cisolla in attacco e Festi a muro (bella prova del centrale, che ha chiuso con il 71% in attacco e 4 muri) portano ancora avanti Brescia (19-17). Ma ancora una volta non basta, perché Da Silva infila due ace di fila (19-20). Brescia però non molla e trova energie sufficienti per mettere alle corde gli avversari (25-22). Uno pari e tutto da rifare. È ancora una volta Brescia a scappare (8-3) nel terzo, ma i servizi di Della Lunga fanno male (8-9). Bergamo c’è e allunga fino al 21-25 con un errore di Cisolla in battuta (5 alla fine e un ace). È proprio il servizio dello schiacciatore bresciano a dare l’iniziale vantaggio alla Sarca Italia (4-3) nel quarto, ma poi è Bergamo a scappare (6-9). Brescia non ci sta e gioca alla pari fino al 23-23. Galliani sbaglia il servizio (5 errori e un solo punto) e regala il primo match ball agli avversari (23-24). Bisi riporta avanti Brescia con un attacco e un muro (25-24). Da Silva Wagner annulla la prima palla set, ma sulla seconda si scontra con l’imperioso muro di Cisolla (27-25). Due a due. Si va al tie break. Ed è qui che il sogno sfuma. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Salvatore Messineo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
69
Crotone
49
Frosinone
47
Pordenone
45
Spezia
44
Cittadella
43
Salernitana
42
Chievoverona
41
Empoli
40
Virtus Entella
38
Pisa
36
Juve Stabia
36
Perugia
36
Pescara
35
Ascoli
32
Venezia
32
Cremonese
30
Trapani
25
Cosenza
24
Livorno
18
Benevento - Pescara
4-0
Chievoverona - Cosenza
2-0
Cittadella - Pordenone
0-2
Empoli - Trapani
1-1
Frosinone - Cremonese
0-2
Juve Stabia - Spezia
3-1
Perugia - Salernitana
1-0
Pisa - Livorno
1-0
Venezia - Crotone
1-3
Virtus Entella - Ascoli
3-0