17 giugno 2019

Sport

Chiudi

24.05.2017

I Palloni e la Perla,
una storia
meravigliosa

È un viaggio lungo e bellissimo, che domani sera approderà al Vittoriale di Gardone Riviera, sede dalle ore 19,30 delle premiazioni dei Palloni e della Perla del calcio di Bresciaoggi: Francesco Galuppini (Ciliverghe, Oro), Luca Paghera (Calcinato, Argento), Giambattista Magli (Villaclarense, Bronzo) e Martina Rosucci (Brescia Femminile, Perla del Calcio),

Il viaggio è iniziato a Carpenedolo, nel 2003, con il primo Pallone d’Oro ad Andrea Bottazzi. Passa oggi da Ciliverghe, dove Francesco Galuppini ha appena portato i gialloblù alle soglie del professionismo. Poi è cambiata la formula, i premi si sono moltiplicati e la partecipazione della gente decuplicata. Di più: il Pallone d’Oro ha iniziato a portare bene. E anche l’Argento e il Bronzo. Un anno fa Giordan Ligarotti, Mauro Moreschi e Fabio Ferlinghetti centrarono i rispettivi obiettivi (salvezza e 2 promozioni), oggi Galuppini, Paghera e Magli possono festeggiare 3 qualificazioni ai play-off.

IL PRIMO a trionfare nel Pallone d’Oro, 14 anni fa, è stato Andrea Bottazzi, anima del Carpenedolo. Un anno dopo ecco Cristian Quarenghi, l’uomo simbolo del Salò, che vinse al Flaminio di Roma una memorabile finale di Coppa Italia e centrò la D.

Nel 2005 ecco un ex professionista, Dario Hubner, allora al Rodengo: un vanto per Bresciaoggi. Il 2006 è stato l’anno di Giorgio Gherardi, primo (e unico fin qui) vincitore del Darfo. A seguire la doppietta della Dellese: Ermanno Panina, l’uomo del salto in Eccellenza, e Sergio Piovanelli. Nel 2009, la prima e unica volta d’Oro di un giocatore di Promozione: Stefano Tagliani, fantasista del Concesio. Poi Alessio Baresi, capitano del Montichiari scudettato in D. Quindi Riky Maspero (Pro Desenzano), il secondo ex giocatore di Serie A a entrare nell’albo d’oro. La storia recente? Michele Sella (Nuvolera), Marco Romanini (Travagliato) e Stefano Franchi (Ciliverghe) hanno preceduto Giordan Ligarotti (Bedizzolese).

Dal 2012 il Pallone si è moltiplicato. L’Argento ha visto il trionfo di Giulio Rota, primo giocatore di Seconda premiato. Quindi Marco Zanardini, oggi diesse dell’Adrense, Andrea Savoia (Vobarno) e Mauro Moreschi (Calvina).

Stefano Facchetti e Simone Canini sono i gemelli del Bronzo clarense, Fabio Ferlinghetti ha portato il titolo al Villa Carcina e Tita Magli nella Bassa, a Villachiara.

Dal 2016, la Perla del Calcio. E non c’era scelta: Cristiana Girelli, simbolo del Brescia e bresciana doc, e Martina Rosucci. Che viaggio! E non è ancora finita.

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Brescia
67
Lecce
66
Palermo
63
Benevento
60
Pescara
55
Hellas Verona
52
Cittadella
51
Spezia
51
Perugia
50
Cremonese
49
Cosenza
46
Crotone
43
Ascoli
43
Livorno
39
Venezia
38
Salernitana
38
Foggia
37
Padova
31
Carpi
29
Brescia - Benevento
2-3
Carpi - Venezia
2-3
Crotone - Ascoli
3-0
Hellas Verona - Foggia
2-1
Lecce - Spezia
2-1
Padova - Livorno
1-1
Palermo - Cittadella
2-2
Perugia - Cremonese
3-1
Pescara - Salernitana
2-0
Cosenza - [ha Riposato]