22 ottobre 2020

Sport

Chiudi

15.03.2020 Tags: Calcio

Pasquali: «I dilettanti non ripartiranno»

Alberto Pasquali, 61 anni, numero uno provinciale della Federcalcio
Alberto Pasquali, 61 anni, numero uno provinciale della Federcalcio

Michele Laffranchi Stavolta, a segnare, è stato Alberto Pasquali: in un periodo difficile per la salute pubblica e in cui il calcio giocato è in secondo piano, il presidente del comitato provinciale della Figc ha trovato un modo semplice, ma efficace, per far interagire i protagonisti del calcio bresciano. Come? Ieri mattina, con una videochiamata online, ha raccolto quasi 100 persone fra tecnici, dirigenti e giornalisti. «In questo momento il calcio deve fare un passo indietro - queste le parole d’esordio di Pasquali -: il pallone deve farci pensare al dopo, alla fine dell’emergenza. Sarà uno strumento di grande sostegno psicologico per ragazzi e adulti. Ora non pensiamo a giocare, ma a difendere la salute di tutti stando a casa». Concluso il primo intervento, il presidente provinciale ha lasciato spazio ad alcuni dei protagonisti del mondo dilettantistico bresciano, a partire da Nicola Bianchini, presidente del Ciliverghe di Serie D: «Noi siamo stati fra i primi a interrompere ogni attività - le sue parole -: quando non c’è la sicurezza, non si può giocare. Ora servono chiarezza e uniformità per il futuro di tutti». A fare la fatidica domanda, sul prosieguo dei campionati e sulle decisioni da prendere in caso di un annullamento della stagione, è stato Alberto Locatelli: «Faccio una premessa - spiega il responsabile del settore giovanile della Vighenzi -: in questo momento ogni risultato sportivo passa in secondo piano. Detto questo: quali sono le idee sul post emergenza? Ripartire o cancellare tutto? Come ci si comporterà con retrocessioni e promozioni?». LA RISPOSTA di Pasquali è chiara: «Non credo ci siano le premesse per ripartire: la Lombardia è la regione più falcidiata dall’emergenza. Credo si fermeranno definitivamente i campionati». E ha una proposta: «Premiare le squadre in testa alla classifica delle diverse categorie ed evitare qualsiasi retrocessione. I campionati giovanili, invece, saranno annullati, bloccando sia promozioni che retrocessioni». Una presa di posizione forte. In tanti hanno espresso solidarietà a Pasquali: «La priorità è la salute – dicono Nicholas Fassoli (Ghedi 1978) e Francesco Cominelli (Sporting Desenzano) –: qualsiasi decisione prenderà il comitato, ci adegueremo». Con un bicchiere di vino in mano, Pasquali ha dato appuntamento con «Incontriamoci in rete» anche per sabato 21 marzo. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Cittadella
10
Empoli
10
Salernitana
8
Venezia
7
Chievoverona
7
Frosinone
7
Reggina
6
Lecce
5
Reggio Audace
4
Cosenza
4
Brescia
4
Ascoli
4
Monza
3
Spal
3
Pordenone
3
Cremonese
3
Virtus Entella
3
Pisa
3
L.r. Vicenza Virtus
2
Pescara
1
Ascoli - Reggio Audace
2-1
Chievoverona - Brescia
1-0
Cittadella - Pordenone
2-0
Empoli - Spal
2-1
Frosinone - Virtus Entella
0-0
Lecce - Cremonese
2-2
L.r. Vicenza Virtus - Salernitana
1-1
Pisa - Monza
1-1
Reggina - Cosenza
0-0
Venezia - Pescara
4-0