15 luglio 2020

Sport

Chiudi

29.05.2020

Pirlo campione di
solidarietà: un gol
di speranza per l’Aisla

Andrea Pirlo, 41 anni, campione del Mondo nel 2006 con l’Italia
Andrea Pirlo, 41 anni, campione del Mondo nel 2006 con l’Italia

Il Brescia come doppio trampolino di lancio verso una carriera costellata di successi e soddisfazioni. Da baby promessa al biancazzurro vissuto al fianco di Roby Baggio, fino alla conquista del Mondiale nel 2006. Oggi Andrea Pirlo, a due anni dall’addio al calcio, realizza un altro gol speciale che ne arricchisce una carriera di per sé straordinaria. Il «genio» di Flero è stato protagonista ieri pomeriggio di una diretta Facebook che lo ha visto scendere in campo al finaco di Aisla (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica). LA NOTTE del Maestro è stata la sua ultima esibizione. A San Siro, teatro che lo ha visto vincere trofei su trofei soprattutto in maglia rossonera, Pirlo è riuscito a raccogliere oltre 214 mila euro. Tutti destinati in beneficenza. La metà è stata orientata verso il nuovo centro Nemo che sarà costruito a Brescia e la Radiologia pediatrica del Civile. Un altro gol da campione. «È stata una serata indimenticabile - confessa Pirlo durante la diretta -. Ho avuto modo di ritrovare e riabbracciare tanti amici che mi hanno accompagnato. In più abbiamo destinato l’intero incasso a due associazioni di beneficenza». Un’emozione che va di pari passo con quella vissuta a Berlino nel 2006. Quella corsa dopo il rigore di Grosso ha ricordato l’urlo di gioia di Tardelli del 1982. «In quei momenti fai fatica a renderti conto di cosa sia successo, ma vincere la Coppa del Mondo è il sogno di ogni bambino che inizia a giocare a calcio. È il raggiungimento dell’apice, il massimo. Ho corso senza sapere dove stessi andando. Ero felice: per me e per il popolo italiano». Due anni fa l’addio al calcio giocato. «Il campo non mi manca tanto. Ho avuto la fortuna di chiudere la carriera in America: lì le aspettative e l’adrenalina sono più basse rispetto all’Italia. È stata una scelta giusta: ho visto che infortuni e dolori aumentavano. E poi svegliandomi al mattino non avevo più quella voglia e quegli stimoli per andare ad allenarmi». Il futuro prossimo potrebbe essere accompagnato da una panchina? «Spero di sì - conclude Pirlo -. Sto studiando e terminando il corso, anche se online. Voglio aprire presto questo nuovo capitolo della mia vita. Ho staccato la spina per due anni, ma ora sono pronto. Ho avuto offerte da Italia ed estero: resta da individuare la migliore in base al programma e alle strutture. È importante non sbagliare questo primo passo». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandro Maffessoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
77
Crotone
61
Spezia
56
Pordenone
55
Frosinone
52
Cittadella
52
Salernitana
50
Empoli
48
Chievoverona
47
Pisa
47
Virtus Entella
44
Cremonese
43
Ascoli
42
Pescara
41
Venezia
41
Perugia
41
Juve Stabia
38
Trapani
37
Cosenza
34
Livorno
21
Ascoli - Empoli
1-0
Cosenza - Perugia
2-1
Cremonese - Chievoverona
1-0
Crotone - Pordenone
1-0
Frosinone - Juve Stabia
2-2
Livorno - Spezia
0-1
Salernitana - Cittadella
4-1
Trapani - Benevento
2-0
Venezia - Pescara
1-1
Virtus Entella - Pisa
1-1