21 maggio 2019

Sport

Chiudi

07.04.2019

Calvisano di slancio prende le misure e risale sul trono

La terza linea Antoine Koffi, 20 anni, è stato il protagonista della vittoria di Calvisano su Mogliano
La terza linea Antoine Koffi, 20 anni, è stato il protagonista della vittoria di Calvisano su Mogliano

Mai fidarsi degli amici: il Calvisano ne trae insegnamento soffrendo a lungo contro il Mogliano degli ex storici, Andrea Cavinato e Salvatore Costanzo, e la definitiva certezza della vittoria finale e del punto bonus arriva soltanto a pochi minuti dal termine della sfida. Le cinque marcature con le quali i gialloneri piegano i trevigiani confermano in vetta il Kawasaki Robot che, al momento di scendere in campo nel posticipo, aveva abdicato poche ore a favore di un Rovigo travolgente su Viadana. Dopo un primo tempo difficile e dopo aver a lungo sofferto l'iniziativa della forte mischia veneta, per gli uomini di Massimo Brunello le cose si mettono in discesa soltanto nella ripresa quando, costretti nuovamente a combattere metro su metro come nelle ultime uscite contro Petrarca e Rovigo, spezzano definitivamente le speranze di un Mogliano che, senza più nulla da chiedere alla sua stagione, al Pata Stadium non si risparmia e per almeno un'ora di gioco sogna il colpaccio di giornata. Messo alle spalle il primo di due incontri casalinghi ravvicinati, a Calvisano servirà ora non soccombere contro Viadana e Reggio Emilia per chiudere la regular season al comando della graduatoria e poter così contare sul fattore campo di un'eventuale finale scudetto. Al primo affondo, la capolista passa: sulle sorti di una touche ai cinque, l'ovale giunge a Dal Zilio e l'ala giallonera non spreca la chance di giocare dal primo minuto concessa da Brunello. Sembra l'inizio di una serata di totale controllo dei gialloneri, ma il vantaggio lampo non consegna al Kawasaki Robot il dominio del campo, e per almeno venti minuti la sfida si trascina tra tante interruzioni e vani tentativi di ingaggio in mischia. Mogliano, affidandosi a una pesante prima linea livellata a suo piacimento dallo specialista Costanzo, è bravo a schiacciare la leader del campionato nella sua metà campo, e quando vede la possibilità di andare a segno, Jackman si accontenta della piazzola e cala i tre punti che schiodano i suoi dallo zero nel tabellone. NELLA SECONDA metà del primo tempo Calvisano esce dal guscio, ma le difficoltà di circolazione del pallone e i tanti errore nei ventidue trevigiani frenano la manovra. I gialloneri vanno a segno prima dell'intervallo con un piazzato di Bordoli. Nella ripresa Calvisano prende le misure alla coppia Cavinato-Costanzo (due scudetti in due parentesi diverse per l'allenatore, sei titoli per la prima linea siciliana). Passano pochi minuti e, sulle sorti di una rapida ripresa del gioco da parte di Koffi, Archetti sbatte contro la base del palo e cala la seconda marcatura della serata. Gli ospiti non ci stanno e, su una mischia ai cinque, tornano in partita con la meta di Finotto, ma la gara dei veneti termina praticamente con la meta della terza linea e da qui in poi è solo Calvisano. Koffi, premiato Man of the Match, risolve oltre la linea di gesso un assedio ai cinque; poi, su un campo reso scivoloso dalla pioggia delle ore antecedenti al match, è Casolari a risolvere per vie laterali una multifase che vale il punto bonus e ristabilisce le distanze da Rovigo in classifica. Nei minuti finali, contro un avversario ormai uscito di scena, lo scatenato Antoine Koffi, di ritorno in campo dopo l'esperienza al Sei Nazioni under 20, si toglie lo sfizio della doppietta colpendo con una mischia ordinata ai cinque metri che fa calare definitivamente il sipario. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Andrea Dimasi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Brescia
67
Lecce
66
Palermo
63
Benevento
60
Pescara
55
Hellas Verona
52
Cittadella
51
Spezia
51
Perugia
50
Cremonese
49
Cosenza
46
Crotone
43
Ascoli
43
Livorno
39
Venezia
38
Salernitana
38
Foggia
37
Padova
31
Carpi
29
Brescia - Benevento
2-3
Carpi - Venezia
2-3
Crotone - Ascoli
3-0
Hellas Verona - Foggia
2-1
Lecce - Spezia
2-1
Padova - Livorno
1-1
Palermo - Cittadella
2-2
Perugia - Cremonese
3-1
Pescara - Salernitana
2-0
Cosenza - [ha Riposato]