22 aprile 2019

Sport

Chiudi

11.02.2019

Calvisano schiaccia
San Donà ma
teme per Lane

Il mediano di apertura australiano, Sam Lane, era appena rientrato da un infortunio  FOTOLIVE
Il mediano di apertura australiano, Sam Lane, era appena rientrato da un infortunio FOTOLIVE

La sfida tra Calvisano e San Donà dura mezz’ora: prima i gialloneri stendono i veneziani conquistando in breve tempo successo e punto bonus, poi restano con il fiato sospeso per il k.o. di Sam Lane che, nel giorno del suo ritorno in campo dopo l’infortunio, incanta nella prima parte della sfida, poi deve uscire anzitempo per gli ormai noti problemi alla spalla. Da un lato, il Kawasaki Robot si conferma letale nonostante l’ampio turnover di Brunello, dall’altro gli ospiti risparmiano fiato ed energia in vista del delicato scontro salvezza di settimana prossima contro Verona. Così, in una sfida a senso unico e sempre alla ricerca del ritmo, al Pata Stadium l’adrenalina scorre appena un tempo. Passano cinquanta secondi, e la prima marcatura la cala Andreotti alla fine di un’azione per vie laterali; poi, 120 secondi più tardi, ecco il kick di Lane che chiama Bruno alla presa aerea e all’assist per la fuga in campo aperto di Panceyra Garrido. Di San Donà non c’è traccia, a parte qualche folata. Così, poco prima dell’intervallo, lo scatenato Luccardi si guadagna la palma di Man of the Match con una doppietta, poi ecco Zdrilich che sbroglia un assedio ai cinque metri per la meta del 35-0 che chiude la prima frazione. Nella ripresa si gioca per dovere di regolamento e con un gap ormai impossibile da colmare e un San Donà presente a Calvisano solo fisicamente. IL SOLO PROBLEMA per Calvisano sono gli infortuni di Zdrilich (sospetto stiramento), Chiesa (colpo gratuito al volto, ma il capitano proseguirà la sfida) e Dal Zilio (out per concussion). Nel secondo tempo, si vede in campo anche il pilone argentino Franco Brarda, al debutto assoluto con Calvisano tre settimane dopo il suo arrivo in Italia. Dopo pochi minuti Balocchi riapre le danze con una bella finalizzazione sull’asse Chiesa-Casilio, poi c’è gloria anche per Venditti e Luccardi, bravi a far valere il peso in touche nella conquista dell’ovale. A punteggio ormai extra-large, i vicecampioni lasciano la presa minuto dopo minuto e San Donà ne approfitta per vivere i suoi dieci minuti di gloria: Iovu, tra i pochi dei suoi a salvarsi per intensità e voglia, chiude il contropiede tre contro due; poi è Riedo a risolvere l’assedio ai cinque per il 54-14. Sui titoli di coda, Venditti approfitta della maglia da titolare per mettersi in mostra e calare la doppietta su un drive che vale la nona e ultima meta. Nel dopogara, Massimo Brunello si complimenta con i suoi. «Ho apprezzato l’atteggiamento e la voglia che i ragazzi hanno subito messo, mi è sembrato di rivedere la stessa determinazione di Firenze una settimana fa. Quando il divario è diventato troppo largo – precisa il tecnico di Calvisano -, è stato difficile riuscire a mantenere la concentrazione. Davanti abbiamo trovato un avversario entrato in campo senza troppa verve e con la testa già al prossimo impegno. Sono soddisfatto della prova offerta dagli elementi che fin qui avevano trovato poco minutaggio, ma è un peccato per tutti gli infortuni che dovremo valutare in settimana». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Andrea Dimasi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Brescia
60
Lecce
57
Palermo
56
Benevento
50
Pescara
49
Hellas Verona
48
Spezia
46
Cittadella
45
Perugia
45
Cremonese
39
Cosenza
39
Ascoli
39
Salernitana
38
Crotone
34
Venezia
33
Foggia
30
Livorno
30
Padova
25
Carpi
25
Ascoli - Venezia
Brescia - Salernitana
Carpi - Pescara
Cittadella - Cremonese
Cosenza - Spezia
Foggia - Livorno
Hellas Verona - Benevento
Palermo - Padova
Perugia - Lecce
Crotone - [ha Riposato]