23 gennaio 2020

Sport

Chiudi

02.12.2019

Rovato mantiene la mano pesante: segna 50 punti e continua la scalata

Il numero otto Davide  Galvani si tuffa oltre la linea di meta  DELFRATEIl flanker rovatese Alessandro Rossini in meta nella ripresa  DELFRATE
Il numero otto Davide Galvani si tuffa oltre la linea di meta DELFRATEIl flanker rovatese Alessandro Rossini in meta nella ripresa DELFRATE

Terza vittoria di fila, un messaggio potente al Lecco scalzato dal secondo posto e una risposta chiara alla capolista solitaria Cus Milano. Il Rovato batte un altro colpo e continua il suo momento felice. I rossoblù annientano il Bergamo, travolto 50-8. Spilotros e soci che sei mesi fa avevano violato il “Pagani” dopo due anni mezzo di imbattibilità, stavolta durano pochissimo. Non vuole scherzi, coach Daniele Porrino, che chiede ai suoi di indirizzare la partita sui binari giusti fin dall’avvio. In questo modo i padroni di casa provano immediatamente a sfondare e lo fanno con tantissima qualità trascinati da un Galvani stratosferico. Il Bergamo va in apnea e si salva due volte a un metro dalla linea bianca. La furia offensiva dei franciacortini si traduce in una meta di De Carli (11’) e un piazzato di Radetic (26). Il finale di tempo è ancora di marca franciacortina, con Galvani fantastico nello sbarazzarsi dei difensori orobici. Il suo tuffo in mezzo ai pali con trasformazione del direttore d’orchestra Radetic vale il 17-0 all’intervallo. Il Nordival Rovato nella ripresa va subito in meta. Due galoppate di Abeni e Rossini fanno letteralmente esplodere il «Pagani». Successivamente, Suardi (14’) si mangia metri su metri che portano al quinto timbro del pomeriggio. Si prosegue con il Bergamo che si sbriciola. Soltanto Spilotros ha qualche sprazzo positivo mentre Salvini e Carrizo non vedono praticamente mai la palla. Sul fronte locale invece è ottima la prestazione dell’esordiente Zanotti, diciassette anni e tanta voglia di spaccare il mondo. Al 30’ Belotti sfonda ancora e aggiunge punti al pallottoliere con una splendida meta. A quel punto si capisce che Bergamo rischia seriamente la disfatta. LA MISCHIA cede e la trequarti è praticamente inesistente. Di conseguenza, gli orobici vengono spazzati via. Il Condor continua a volare alto facendo a pezzi i rivali con una foga da grande del campionato. Più tardi l’ala bergamasca Rosa trova un buco e si infila nell’unico varco della difesa di casa. La meta non viene però trasformata. Nel finale, il Nordival Rovato va ancora a segno. Su volata di Suardi, il pilone Echazu raccoglie l’ovale e viaggia a passo spedito oltre la linea bianca. Stravince quindi il Condor, crolla il Bergamo che dovrà resettare morale e prestazione dopo la pessima domenica di Rovato. Più che un pomeriggio di rugby, comunque, quello passato dai bergamaschi è stato una sorta di calvario. Il 50-8 definitivo fotografa perfettamente una partita che per la squadra di Festa non è mai esistita. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Federico Gervasoni
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
47
Pordenone
35
Crotone
31
Virtus Entella
30
Cittadella
30
Chievoverona
29
Salernitana
29
Frosinone
28
Ascoli
27
Perugia
27
Juve Stabia
27
Pescara
26
Spezia
25
Pisa
25
Venezia
23
Empoli
23
Cremonese
22
Cosenza
20
Trapani
18
Livorno
13
Benevento - Pisa
1-1
Chievoverona - Perugia
2-0
Cosenza - Crotone
Cremonese - Venezia
0-0
Frosinone - Pordenone
2-2
Juve Stabia - Empoli
1-0
Livorno - Virtus Entella
4-4
Pescara - Salernitana
1-2
Spezia - Cittadella
1-1
Trapani - Ascoli
3-1