28 novembre 2020

Sport

Chiudi

28.08.2018

Valsabbina
Millenium, un
raduno di emozioni

A Montichiari è iniziato il conto alla rovescia. Mancano 61 giorni alla prima riga di una nuova storia sportiva bresciana, quella della Banca Valsabbina Millenium Brescia nella massima serie di pallavolo. La squadra bresciana ha due mesi a disposizione per prepararsi all’impatto con una categoria che si prospetta duro in generale, e ostico nel particolare, considerando che l’esordio sarà in casa di una corazzata quotata per lo scudetto, la Igor Gorgonzola Novara. Soprattutto, la società bresciana ha 2 mesi di tempo per accogliere al Palageorge sia nostalgici, sia potenziali nuovi amanti della pallavolo ai massimi livelli, dopo il fallimento della Metalleghe Sanitars. Per questo, il battesimo casalingo dell’1 novembre contro Il Bisonte Firenze rappresenterà non solo un ritorno, ma anche un nuovo inizio nel tempio più prestigioso della pallavolo bresciana. E CONSIDERATO che dopo sei promozioni salire ulteriormente è impossibile, è stato quanto meno fisiologico rivoluzionare la rosa. E non è stato facile fare mercato in un mondo dove le cifre ad ogni voce di bilancio si impennano: «In A1 le certezze costano tanto - ammette il direttore generale Emanuele Catania -, quindi dobbiamo per forza prenderci dei rischi. I ragionamenti che ci hanno portato ad acquistare le nuove giocatrici non sono esclusivamente di natura tecnica: quest’anno puntiamo sulle motivazioni delle singole ragazze, giocatrici come Anna Nicoletti, per la quale è giunto il momento di affermarsi da titolare ai massimi livelli, o Judith Pietersen, che dopo la pausa volontaria deve mettere a disposizione la sua esperienza. La nostra palleggiatrice, Isabella Di Iulio, ha già sostituito egregiamente Lauren Carlini e vuole dimostrare di poter rappresentare bene la nuova generazione di registe. In ogni caso, non vogliamo fare una comparsata e poi sparire. Il nostro scudetto è certamente la salvezza, ma abbiamo anche dei riferimenti a lungo termine. Negli ultimi anni non abbiamo mai fatto passi indietro, e non vorremmo farne quest’anno». IL TECNICO Enrico Mazzola, alla quarta stagione consecutiva sulla panchina bresciana, ha già in mente il tipo di sestetto da schierare tatticamente; tuttavia ogni considerazione specifica appare prematura, visto il livello immensamente più alto delle avversarie rispetto alla scorsa stagione: «L’anno scorso forse abbiamo murato più di tutti, e riproporre una situazione del genere sarebbe l’ideale, ma sappiamo che l’attacco sarà molto più fisico; e per rendere la situazione di gioco favorevole, bisogna costruire una prima palla migliore possibile. Inoltre dovrò adeguarmi alle caratteristiche delle giocatrici, dal momento che abbiamo 2 buoni sestetti per tenere un livello di allenamento alto. Sarà fondamentale non sbagliare l’approccio alla partita». Curiosità ed entusiasmo alle stelle: la pallavolo «top level» finalmente sta tornando. •

Vincenzo Spinoso
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Lecce
18
Empoli
18
Salernitana
17
Venezia
17
Frosinone
16
Spal
15
Cittadella
14
Chievoverona
14
Monza
13
Pordenone
12
Brescia
9
Cosenza
8
L.r. Vicenza Virtus
7
Reggina
7
Pisa
7
Reggio Audace
7
Ascoli
5
Virtus Entella
5
Pescara
4
Cremonese
3
Brescia - Frosinone
1-2
Chievoverona - Lecce
1-2
Cosenza - Salernitana
Empoli - L.r. Vicenza Virtus
2-2
Monza - Reggina
1-0
Pescara - Pordenone
0-2
Pisa - Cittadella
1-4
Reggio Audace - Cremonese
Venezia - Ascoli
2-1
Virtus Entella - Spal