IL TRAGUARDO

Molemab, 60 anni di novità che danno «forma» al mondo

Un'infinita gamma di soluzioni per modellare prodotti semilavorati e finiti. Con la certificazione Elite più forza per essere protagonista

«We shape your world», è il payoff che accompagna il logo Molemab e in italiano significa: diamo forma al vostro mondo. L’utilizzo delle mole abrasive, utensili molto diffusi nei settori manifatturieri, contribuisce a modellare un’infinita teoria di semilavorati e prodotti finiti. Una produzione iniziata nel 1961, sessant’anni fa, con l’acquisto della famiglia Maiolini della Mab (Manifattura Abrasivi Bresciana) attiva a Brescia. Valentino si occupa di contabilità e finanza con i figli Piergiorgio, già impegnato in azienda dopo il diploma, addetto alla produzione, mentre Gianfranco segue la parte commerciale. In tempi diversi vengono coinvolti gli altri due figli: Stefano Rino ed Ezio. Nel 1963 l’azienda si trasferisce a Ome, paese nel quale sono salde le radici dei Maiolini, dove è edificato lo stabilimento che ancora oggi ospita il quartier generale della realtà. La società si trasforma in Mole Mab, successivamente in Molemab. L’azienda imposta un percorso di crescita imperniato sia su progressioni tecniche e incremento delle dotazioni di impianti tecnologici - risale al 1965 l’installazione della prima pressa da mille tonnellate, l’anno successivo viene realizzata la prima mola a legante resinoide - sia su acquisizioni: nel 1967 quella della sezione mole abrasive della milanese Sis, Società Italiana Smeriglio. In soli due anni si rende necessario il primo ampliamento della fabbrica di Ome. Altri ne seguiranno, insieme all’apertura di sedi in Italia e all’estero. Tra la fine degli anni Settanta e gli inizi degli anni Novanta si registrano rilevanti attività espansive, produttive e commerciali, negli Stati Uniti e Canada e nei principali Paesi europei. Si incrementano le attività di ricerca e sviluppo per ottenere produzioni all’avanguardia, dalle molette di piccole dimensioni, sino alla realizzazione della prima mola in Cbn a legante vetrificato con diametro di oltre due metri e corpo in acciaio. Una crescita che trasforma capacità produttiva e struttura societaria: l’iniziale corpo artigianale prende le fattezze della società di capitali con una propensione sempre più internazionale. Nel 1992 il passaggio significativo della nascita di Molemab Inotech Gmbh in Austria, specializzata nella produzione di mole in Cbn e Dia a legante resinoide e metallico. Oggi, Molemab è una società totalmente controllata dalla holding della famiglia Maiolini. Il presidente è Stefano Rino, che segue organizzazione aziendale, produzione, ricerca e sviluppo. Il fratello Ezio è amministratore delegato a capo delle aree commerciale, finanza e internazionalizzazione. Il nipote Massimiliano (amministratore delegato) si occupa di impiantistica, innovazione tecnologica e nuovi materiali e ricerca e sviluppo del gruppo. Nuove leve familiari iniziano ad affacciarsi nei reparti operativi e negli uffici. Il gruppo ha tre sedi produttive: oltre a quella di Ome, l’austriaca Launsdorf in Carinzia e Oswego negli Stati Uniti, e dieci filiali commerciali distribuite tra Europa - Francia, Germania, Polonia, Spagna, Ungheria -; Usa, Canada, Mexico, India e Cina. Globalmente i dipendenti sono 216, dei quali 120 attivi nel quartier generale in franciacorta e 45 in Austria. Molemab spa ha chiuso il bilancio 2019 con un fatturato di oltre 15 milioni di euro, mentre quello del gruppo supera i 32 milioni di euro. Presente e futuro sono imperniati su ricerca e sviluppo al fine di ottenere prodotti in linea con la tradizione aziendale di garantire ai clienti le soluzioni più avanzate. È il caso delle mole in Cbn-d vetrificate. Un’innovazione che si abbina alla presenza in azienda di tecnici e figure specialistiche anche di altre nazionalità, quali Irlanda e Polonia. Le mole «made in Ome» sono utilizzate in svariati settori industriali: dall’aeronautico e aerospaziale all’automobilistico, da quello ferroviario al motoristico, spaziando da navale, lavorazione metalli, petrolifero, alimentare, cartario, costruzioni, tessile, sino al sanitario. Le varie fogge degli utensili abrasivi Molemab lavorano materiali ferrosi, metalli, leghe, fibra di vetro, ceramica industriale e molti altri materiali. Tra i clienti si annoverano grandi gruppi nazionali e internazionali, tra i quali Ducati, Beretta, Bmw, Fpt, Timken, Ferrari, Mercedes, General Motors, Valeo, Feuer Powertrain, Schleicher, Tecomec. Attenta all’impatto ambientale e all’economia circolare, Molemab presta attenzione specifica agli aspetti organizzativi e finanziari, ha intrapreso il percorso Elite di Borsa Italiana, ottenendo la relativa certificazione dopo un triennio intenso, superando con successo i rigorosi step previsti dalla procedura. L’acquisizione del riconoscimento oltre a testimoniare la raggiunta eccellenza, è una premessa per ottenere il massimo del valore consolidando e facendo crescere gli standard organizzativi e qualitativi. «Molemab - commentano i vertici della spa - considera il prestigioso risultato un rafforzamento per raggiungere i nuovi traguardi di crescita prefissati. La certificazione ci aiuterà ad offrire all’esterno una maggiore trasparenza relativamente all’andamento del nostro gruppo». •. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Adriano Baffelli