Commessi 2019

15.10.2019

«Commessi
dell’anno», si vola
a cinquanta

Solo con Bresciaoggi si può sognare di diventare «Commessi dell’anno»: i tagliandi sono lo strumento
Solo con Bresciaoggi si può sognare di diventare «Commessi dell’anno»: i tagliandi sono lo strumento

Ancora poche ore e poi sarà assalto alle edicole: la febbre per i «Commessi dell’anno» sale a cinquanta. Sarà infatti di cinquanta punti il valore del tagliando speciale in edicola domani con il nostro giornale: il più alto dall’inizio del contest, dopo una doppia uscita da venti punti e la prima da dieci di fine settembre. E con il pubblico che si è ormai fidelizzato, a questo punto è lecito attendersi un vero e proprio assalto alle edicole: tutti sono avvisati. IL TAGLIANDO da cinquanta punti promette anche di creare un vero e proprio scompiglio in classifica. Basta fare due conti, e dare una piccola indicazione anche su come le cose sono andate nei giorni scorsi. Detto che con i tagliandi da un punto, quelli che si trovano quotidianamente in edicola, si costruiscono i piccoli mattoncini che costituiscono la base dalla quale partire, è ovvio che un tagliando che vale due volte e mezza quello di più alto valore fin qui pubblicato riveste un’importante determinante. Anche perché una cosa la possiamo dire: chi si trova in questo momento in testa alle classifiche ha sfruttato al meglio le occasioni messe a disposizione da Bresciaoggi, e grazie ai tagliandi da venti ha preso il volo. Questa è infatti la tattica giusta da seguire: saper fare gli acquisti al momento giusto, muoversi per tempo, anticipare i rivali e ovviamente costituire anche un «team» che possa, unito, raccogliere il maggior numero di copie possibile. Chi ha seguito questa strada, adesso occupa le prime posizioni: e con il tagliando da cinquanta punti bisogna seguire la medesima traccia, magari accordandosi pure con il proprio edicolante di fiducia per prenotare le copie necessarie: basta recarsi in edicola per tempo, richiedere il numero di giornali che si vogliono ritirare e poi passare a prenderli con tutta calma. Quello sarà un gruzzolo di punti certo e garantito. Poi, le classifiche. Come ampiamente annunciato, saranno in edicola con l’edizione di Bresciaoggi di venerdì. Due le graduatorie che saranno pubblicate: quella assoluta ovviamente, che indicherà chi è in testa, sia in campo maschile che in campo femminile; e quella parziale, che considera i voti arrivati in redazione a partire dal 5 ottobre, giorno in cui erano uscite per la prima volte le classifiche. Chi primeggerà in questa speciale classifica avrà un bonus aggiuntivo di 200 punti, e questo avverrà per tutte le volte che saranno pubblicate le classifiche parziali; il bonus però può essere vinto soltanto una volta, dunque nel caso in cui risultasse in testa qualcuno che il bonus se l’è già messo in tasca, i 200 punti extra finiranno al secondo in classifica. Per facilitare le operazioni di conteggio, e questo è un aspetto molto importante, verranno considerati solo i voti che arriveranno in redazione fino a domani sera alle 19; tutti gli altri finiranno nel conteggio delle prossime settimane e, lo sottolineiamo ancora una volta, non andranno persi. Semplicemente, finiranno nei conteggi successivi; quindi, se qualcuno non dovesse vedere un certo malloppo di punti indicato in classifica, non si deve preoccupare, visto che saranno conteggiati in seguito. FONDAMENTALE anche compilare correttamente il tagliando in ogni sua parte: nome e cognome del commesso o commessa, nome dell’attività e luogo dell’attività: solo così Bresciaoggi può redigere le classifiche nella maniera migliore e più completa possibile. Ma d’altra parte chi sogna di diventare «Commesso dell’anno» non può fare diversamente: il rapporto con la clientela, e di conseguenza con tutti i possibili supporter, passa anche da questo. Non va trascurato nessun dettaglio, e per andare lontano niente può essere lasciato al caso. La sfida continua. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1