Commessi 2019

06.11.2019

«Commessi dell’anno»:
a Iseo è duello di sorrisi

Giovanna Valcarenghi del negozio «L’oro di Pulcinella»Francesca Cropelli e Francesco Dolci dell’oreficeria «Straff»Paola Gonzales dal Messico a Iseo con «Le dolci poesie»   Luigi Falanga e Cristina Baroli da due anni gestiscono il Malerba in piazza Garibaldi ad IseoElvira Pezzotti nel suo negozio d’abbigliamento ad Iseo
Giovanna Valcarenghi del negozio «L’oro di Pulcinella»Francesca Cropelli e Francesco Dolci dell’oreficeria «Straff»Paola Gonzales dal Messico a Iseo con «Le dolci poesie» Luigi Falanga e Cristina Baroli da due anni gestiscono il Malerba in piazza Garibaldi ad IseoElvira Pezzotti nel suo negozio d’abbigliamento ad Iseo

Il contest di Bresciaoggi «Commessi dell’anno» continua ad animare la provincia con la raccolta di tagliandi. E per far scalare la classifica al proprio venditore preferito, anche il Sebino si è messo al lavoro con una frenetica raccolta di punti. Ad Iseo la concorrenza si fa sentire e i sorrisi non mancano nei tanti negozi nei quali fare acquisti, a pochi passi dalla bellezza del lago. Ad attirare curiosi come falene ci pensano i luminosi colori mediterranei che connotano le vetrine del negozio «L'oro di Pulcinella» dove il classico accessorio di casa si trasforma in un’opera da esposizione. Tra la pasta «vestita» da D&G e variopinti servizi da caffè, Giovanna Valcarenghi accoglie il cliente con un grande sorriso, e la massima professionalità. «Mi piace dare alle persone qualcosa di diverso. Prodotti rigorosamente realizzati in Italia». Giovanna dopo aver trascorso la vita ad assistere gli anziani nelle case di riposo ha voluto mettersi alla prova creando un angolo tutto suo riempito da oggetti particolari e tanta allegria. Dal buon caffè, alle bottiglie di olio, a speciali macchine per l'espresso, «il rapporto che si crea con le persone è importante - spiega - da me vengono soprattutto per fare un regalo originale, ma poi tornano anche per il proprio diletto». L’INCANTO prosegue da «Straff» dove l'oreficeria dà vita a un idea di gioiello dallo stile inconfondibile. È la bellezza della creazione unica. Difficile resistere alla simpatia e alla genialità di Francesca Cropelli e Francesco Dolci, che ne sanno una più del diavolo: «Cerchiamo di dare al cliente l'unicità - raccontano - solitamente da noi vengono donne che hanno già molti gioielli e vogliono qualcosa che non ha nessun altro». Dalla loro hanno una decennale esperienza nel settore di jewels design, «pietre preziose su metallo - spiega Francesca - vengono realizzati in cera e poi mandati a Valenza per la fusione e la finitura. Molti vengono realizzati su commissione. Diamo al cliente l'esclusività». LO STILE è di casa anche nel negozio di Elvira Pezzotti, a servizio del cliente dal 1989. È contagiosa la sua allegria, sa come mettere a proprio agio il cliente. Vestiti ricercati, semplici, dall'aria britannica. Elvira alle persone offre soprattutto l'esperienza: «La cosa importante è la fiducia - spiega - quando le persone vengono da me mi chiedono consiglio, sanno che si possono fidare. Non esiste la vendita forzata ma il consiglio spassionato, dare ciò di cui veramente hanno bisogno». In via Mirolte, la dolcezza di Paola Gonzales e le sue creazioni conquistano nell'immediato. Dal Messico con amore, crea meravigliose opere per il palato nel negozietto «Le dolci poesie», dove trova espressione il connubio tra la tradizionale cucina italiana e il gusto che viene da lontano. Se si vuole assaporare qualcosa di ricercato, questa è la pasticceria giusta. «È solo un anno che siamo aperti - spiega - una passione che è nata dal sapersi reinventare in un Paese nuovo, e facendo dolci con mia figlia». Pasticceria mignon e artigianale. «Da me viene soprattutto la gente del paese - racconta Paola - ma essendo Iseo una meta turistica è facile vedere anche volti nuovi. Cerco di stupire le persone con i miei ingredienti segreti. Nei dolci, ci metto un po’ di calore messicano, quella scintilla che risveglia i sensi». È UN COCKTAIL di possibilità quello che viene proposto dal team del Malerba. Che si può presentare come un bar di primo acchito, ma che cela molto di più. Aperto quasi a tutte le ore del giorno e della notte, soddisfa una clientela eterogenea, dalla famiglia con bambini a buon gustai della cucina ricercata. Riqualificato, situato nello storico stabile Ariston in piazza Garibaldi, dopo anni di via vai con altalenanti gestioni, da circa due anni sono Luigi Falanga e Cristina Baroli a mandare avanti il locale, che risplende nella centralissima piazza Garibaldi. «Al cliente proponiamo diversi prodotti a chilometro zero e prettamente italiani - spiegano i due gestori -. Abbiamo una scelta per ogni gusto, siamo una squadra affiata ognuno di noi mette in campo la propria abilità per soddisfare ogni esigenza. Il cliente è sempre al primo posto». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Simona Duci
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1