LA LOGGIA

Poli: «Filiera top Il brand Brescia portato nel mondo»

di Manuel Venturi
«E con le nuove professionalità si può guardare ad altri mercati»
L’assessore Andrea Poli
L’assessore Andrea Poli
L’assessore Andrea Poli
L’assessore Andrea Poli

Una filiera che si presta all'innovazione come poche altre, «perché ha capitali e visione strategica». La siderurgia e la sua tradizione sono un campo di interesse anche per il Comune di Brescia: parola di Andrea Poli, neo assessore della Loggia con delega a Attività produttive, turismo, innovazione sociale ed economica e alla transizione digitale, ieri alla sua prima uscita pubblica dopo la nomina da parte della sindaca Laura Castelletti e il Consiglio comunale di mercoledì. «Da consulente aziendale, ho già avuto molti contatti con le imprese del settore – ha ricordato Poli -: la filiera siderurgica è una delle più internazionali che abbiamo, la prima che ha saputo portare il brand Brescia nel mondo e che vanta una grande tradizione e una grossa responsabilità nel campo della sostenibilità». Il riferimento è ai temi «verdi», con «la decarbonizzazione dei processi produttivi, possibile grazie alla ricerca, a grandi investimenti che le aziende siderurgiche possono sostenere, all'adesione a nuovi mercati finanziari e alle linee guida della tassonomia verde». Ma per questo passaggio culturale «servono persone capaci, formate, con la creazione di nuove professionalità grazie ad una forte attività di upskilling e reskilling – ha notato Poli -. La volontà della nuova amministrazione è di portare Brescia in altri mercati, come quello turistico, ma senza dimenticare il nostro passato: la siderurgia è la spina dorsale della nostra economia ed è da valorizzare, non dimenticheremo il patrimonio culturale e la tradizione legata al mondo del tondino». •.

Suggerimenti