IN VALCAMONICA. Bienno si entusiasma e mobilita per la 46enne che da trent’anni lavora da «Calzature Lucia» nella centralissima via Fantoni

«Antonella è la più
brava. Siamo tutti con lei»

di Luciano Ranzanici
Geltrude  Pedretti, Lucia Comensoli e Antonella Bona
Geltrude Pedretti, Lucia Comensoli e Antonella Bona
Geltrude  Pedretti, Lucia Comensoli e Antonella Bona
Geltrude Pedretti, Lucia Comensoli e Antonella Bona

Il negozio «Calzature Lucia» nella centralissima via Fantoni a Bienno, considerato uno dei borghi più belli d’Italia, è in continuo fermento. Accanto alla normale e quotidiana attività commerciale si sta sviluppando una frenetica e crescente raccolta di tagliandi per il contest di Bresciaoggi. Geltrude Pedretti titolare del negozio che le ha ceduto la mamma nel 2006, è «il motore» a pieni giri che supporta Antonella Bonali, «storica» commessa, amica e quasi sorella. E PROPRIO Antonella, 46 anni e una figlia di quattro, Elena, ha parole d’elogio per l’iniziativa «Commessi dell’anno 2019»: «Si tratta di un contest gratificante per chi lavora dietro il bancone del negozio ma pure per i clienti. Tanti di loro provengono da fuori paese, sensibilizzati da Geltrude che ha un giro di conoscenti davvero notevoli». È stata proprio la titolare del negozio, laurea in economia e commercio lasciata nel cassetto per seguire la famiglia (due figli) e l’attività aperta dalla mamma, ad avviare la raccolta punti, senza avvertire la «sua» commessa, mettendo in busta, opportunamente ritagliati, una quantità industriale di tagliandi che le consentono di veleggiare nelle prime posizioni della classifica. In questo entusiasmante gioco entra in scena anche lei, Lucia Comensoli, 82 anni magnificamente portati, che per oltre mezzo secolo ha prima aperto in via Ripa, avviato e poi gestito in via Fantoni, il negozio di calzature che porta il suo nome: «Antonella è la vera e propria memoria storica della nostra attività, un archivio mentale che ha pochi uguali ed è giusto e sacrosanto che in occasione del contest ci impegniamo per farla salire più in alto che si possa in graduatoria, perché lei è la più brava commessa che ci sia…. Siamo di sicuro la sua seconda famiglia perché è con noi da oltre trent’ anni e si è sempre comportata in modo eccezionale, considerando il negozio un poco anche suo». La raccolta dei tagliandi non conosce sosta da «Calzature Lucia», il passaparola è fin qui ben servito a fare lievitare le preferenze per Antonella Bonali in modo esponenziale tanto da farle raggiungere la zona calda a pochi passi dal podio fin dalle prime fasi di «Commessi dell’anno 2019», già alla pubblicazione della prima graduatoria provvisoria. ATTUALMENTE, nel negozio di Bienno, sono pronti consistenti pacchetti di tagliandi che Geltrude Pedretti sta già provvedendo a compilare in vista di un corposo imminente invio, per non perdere ulteriore tempo dopo il mancato inoltro dei ticket la scorsa settimana che le ha fatto perdere posizioni nella graduatoria generale. Ma la partita non è ancora chiusa. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Suggerimenti