Le notizie della giornata

La folla davanti al castello di Windsor e il cordoglio internazionale. Carlo proclamato re domani

La giornata del cordoglio per Elisabetta II

Oggi Carlo a Londra, la proclamazione a re avverà domani

Il centro della scena torna oggi a Londra, dove è in programma l’arrivo di Carlo III. Spetterà a lui approvare inoltre il programma definitivo delle commemorazioni che gli verrà sottoposto in giornata dal Duca di Norfolk, maestro di cerimonie di corte.

La proclamazione formale di Carlo è attesa invece domani, con il giuramento di lealtà dei parlamentari nelle sue mani. Mentre per l’incoronazione solenne, i tempi saranno più lunghi: tra
alcuni mesi, dopo la fase del lutto.

Gli omaggi alla Regina nei luoghi simbolo della monarchia

Mentre i resti mortali di Elisabetta II riposano per ora nell’intimità familiare della residenza scozzese di Balmoral, il Regno Unito si è risveglia listato a lutto sotto shock, orfano dopo 70 anni della sua regina. L’afflusso di gente decisa a renderle omaggio è ripreso con intensità dalle prime ore del mattino nei luoghi simbolo della monarchia, a cominciare dai cancelli di Buckingham Palace; mentre l’immagine della sovrana domina i media e molte attività pubbliche o d’intrattenimento entrano in una fase come di sospensione.

Fin da oggi le bandiere nazionali con le insegne dell’Union Jack sono a mezz’asta ovunque nel Paese, con le campane della cattedrale di St. Paul (dove nel pomeriggio si terrà anche un primo servizio religioso in memoria della sovrana dinanzi a vertici del governo, esponenti politici e autorità varie), destinate più tardi a suonare a morto come a Westminster, nel castello di Windsor e altrove, accompagnate dall’eco di 96 salve di cannone che verranno sparate da Hyde Park.