A Bari studenti manifestano per la Palestina, 'stop al genocdio'

di CML
'Italia continua ad avere una posizione di silenzi e ambiguità'
A Bari studenti manifestano per la Palestina, 'stop al genocdio'
(ANSA) - BARI, 15 MAG - Si sono tenute anche a Bari manifestazioni in alcune scuole e nelle sedi universitarie "in solidarietà al popolo palestinese e per l'immediata fine del genocidio in corso", evidenziano gli studenti di Uds, Link e Zona Franka. "Questa mattina - spiegano - un flash mob e lo srotolamento della bandiera palestinese dai palazzi universitari, nel pomeriggio un evento organizzato dall'associazione Italia-Palestina con studenti e studentesse: siamo in collegamento con i colleghi statunitensi in lotta al fianco della Palestina e per la pace in Medioriente e in tutto il mondo", dichiarano. "A 76 anni di distanza dalla prima enorme deportazione del popolo palestinese organizzata dall'allora neonato Stato di Israele, passata alla storia come Nakba - aggiungono - sentiamo il dovere civico e politico di manifestare con ancora più forza al fianco della Palestina e per l'immediato cessate il fuoco". "Vogliamo creare un filo rosso tra le mobilitazioni degli studenti oltreoceano e quelle promosse in gran numero nel nostro continente: la situazione in tutta la striscia di Gaza, e non solo - sottolineano - è da tempo assolutamente preoccupante. L'Italia continua ad avere una posizione di silenzi e ambiguità sul genocidio più filmato e diffuso in tempo reale della storia". "Noi - concludono - non seguiamo l'indirizzo del nostro governo, continueremo a batterci fino al riconoscimento dello stato di Palestina, alla cessazione del conflitto per garantire pace ed esistenza pacifica a tutti i popoli del mondo". (ANSA).

Suggerimenti