l'emergenza

Inquinamento, Arpa Lombardia: «Ora episodio critico ma tipico del periodo» IL VIDEO DELL'ESA

di Paola Buizza
L'agenzia regionale per l'ambiente fa il punto della situazione e spiega: «Lo scorso anno non è accaduto grazie alle piogge e al Foehn»
Un fermo immagine del video pubblicato dall'Esa
Un fermo immagine del video pubblicato dall'Esa
Un fermo immagine del video pubblicato dall'Esa
Un fermo immagine del video pubblicato dall'Esa

Quanto sta accadendo in Lombardia e nella pianura Padana con un alto livello degli inquinanti è un "episodio critico" secondo Arpa Lombardia ma "tipico di questo periodo". Sul proprio sito l'Agenzia regionale per l'ambiente fa un punto della situazione ricordando che la combinazione di condizioni meteo che non aiutano a disperdere gli inquinanti, la configurazione delle montagne circostanti e la presenza di traffico, riscaldamento, industria e agricoltura portano a questa situazione. Non è accaduto lo scorso anno grazie alle piogge e a episodi di vento Foehn che hanno disperso lo smog ma comunque "ciò che sta avvenendo è confrontabile in linea generale con quanto rilevato gli anni scorsi e migliore di quanto si misurava cinque, dieci o vent'anni fa".

Leggi anche
Aria malata, a Brescia torna l'allarme rosso. Nuovo stop ai veicoli inquinanti

Una nube di smog sulla Pianura Padana

La situazione, comunque,  è piuttosto grave. Lo dimostra l'animazione diffusa dall'Agenzia spaziale europea (ESA)  lo scorso 13 febbraio realizzata con i dati raccolti dai sistemi satellitari. Le misurazioni orarie del particolato con diametro pari o inferiore a 10 micrometri (PM10) nella Pianura Padana sono state raccolte tra il 1° gennaio e il  31 gennaio 2024.

 

 

Una App per monitorare la qualità dell'aria 

L’Agenzia europea per l’ambiente ha  realizzato un’applicazione per Android e per iPhone che consente di tenere sotto controllo la qualità dell’aria in tempo reale nella zona in cui ci si trova 

Il sistema della App è basato  sui dati delle stazioni di rilevamento
Il sistema della App è basato sui dati delle stazioni di rilevamento

 

Superata la soglia di allarme

I dati della qualità dell'aria rilevati dalle stazioni della rete di Arpa Lombardia nella giornata di lunedì confermano il perdurare della situazione di superamento della soglia giornaliera di 50 µg/m3 di PM10 in gran parte delle centraline lombarde. Il capoluogo che ha fatto registrare le concentrazioni più alte è stato Lodi con 130 µg/m3, seguito da Pavia con 125 µg/m3, Milano con 122 µg/m3, Mantova 118 µg/m3, Monza 111 µg/m3, Cremona 102 µg/m3, Brescia 93 µg/m3, Bergamo 87 µg/m3, Como 59 µg/m3, Lecco 56 µg/m3 . Le stazioni di Varese in via Copelli con 48 µg/m3 e quelle situate nella fascia alpina (tra cui Sondrio con 35 µg/m3) fanno registrare valori inferiori alla soglia. "Ciò - sottolinea Arpa - dimostra l'importanza delle condizioni meteorologiche della pianura padana". In base alle previsioni la situazione migliorerà a partire da giovedì e soprattutto venerdì.

Suggerimenti