Regione Lombardia protagonista alla COP28 di Dubai

L''assessore all'Ambiente e Clima Giorgio Maione che interverrà come relatore il 3 dicembre alla assemblea generale di Under2, la più grande coalizione mondiale di governi subnazionali impegnati nella riduzione delle emissioni climalteranti
L'assessore regionale Giorgio Maione
L'assessore regionale Giorgio Maione
L'assessore regionale Giorgio Maione
L'assessore regionale Giorgio Maione

Regione Lombardia  protagonista alla 28a conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, la COP28 che si sta svolgendo a Dubai. A portare l'esperienza della Lombardia sarà l'assessore all'Ambiente e Clima Giorgio Maione che interverrà come relatore il 3 dicembre alla assemblea generale di Under2, la più grande coalizione mondiale di governi subnazionali impegnati nella riduzione delle emissioni climalteranti "Porterò la nostra visione pragmatica e olistica per il clima e il miglioramento dell'ambiente, lontana da posizioni ideologiche - ha dichiarato l'assessore -. Noi prendiamo decisioni studiando il problema e condividendo con il territorio le possibili soluzioni. Per migliorare davvero e fare gli interessi dei cittadini non servono slogan banali, ma dati e previsioni sui benefici ambientali e sulle possibili conseguenze sociali ed economiche delle scelte politiche".

"Transizione ecologica ed energetica, miglioramento della qualità dell'aria, lotta ai cambiamenti climatici: sono obiettivi condivisi, ma risultati concreti si possono ottenere solo ragionando di sistema - ha aggiunto Maione -. La Regione Lombardia ha promosso con tutti i rappresentanti del mondo socioeconomico e istituzionale del territorio un manifesto congiunto alle Istituzioni europee. Nel corso di questi anni in Lombardia sono state adottate misure che hanno generato un notevole miglioramento della qualità dell'aria portando negli ultimi 20 anni a riduzioni del 39% delle concentrazioni di PM10 e del 45% delle concentrazioni di NO2". "Nel frattempo - ha integrato l'assessore -, stiamo intervenendo con investimenti importanti: in questo mandato metteremo a disposizione delle imprese 120 milioni di euro come sostegno ad azioni di simbiosi industriale, prevenzione di produzione rifiuti e riutilizzo per la chiusura del ciclo. Solo quest'anno abbiamo investito 25 milioni di euro per il ricambio dei veicoli circolanti e degli impianti termici civili a biomassa legnosa più inquinanti con impianti a basse emissioni. Misure che hanno permesso solo nel 2023 di dare incentivi per avere impianti meno inquinanti a 3.000 famiglie e auto a basso impatto ambientale a oltre 5.000 famiglie".

"Stiamo poi - ha concluso Maione - lavorando a nuovi bandi per la sostituzione di veicoli destinati alle imprese (6 milioni) e per la sostituzione di impianti a biomassa legnosa destinati ai cittadini (12 milioni) che vedranno l'apertura nel 2024. Faremo la prima legge regionale sul clima. Sarà un provvedimento normativo ambizioso, innovativo, frutto di un grande lavoro di ascolto del territorio e che diventerà un riferimento a livello nazionale e non solo. La Lombardia ancora una volta sarà un modello. Inseriremo norme legate allo smart building, all'intelligenza artificiale. Metteremo l'educazione ambientale in legge. Sempre con una visione: cittadini e imprese si devono sentire coinvolti nel processo di transizione ecologica.

Suggerimenti