animali

Tartarughe in via di estinzione al palazzo Ducale di Mantova: intervengono i carabinieri del Forestale

Erano state trovate nei giardini. Giorgio, Francesco e Isabella rimarranno nel letargo in cui già si trovano prima di essere spostati, a primavera

Storia a lieto fine per tre tartarughe testudo terrestri trovate nei giardini del Palazzo Ducale di Mantova. I tre esemplari, due maschi ed una femmina, subito ribattezzati Giorgio, Francesco e Isabella (facendo riferimento a San Giorgio ed agli storici padroni di casa Francesco II di Gonzaga e Isabella d’Este), erano stati trovati, lo scorso ottobre, in uno dei giardini del complesso museale gonzaghesco, dal personale addetto che immediatamente se ne è preso cura.  

La segnalazione del direttore del museo Stefano L’Occaso al Comando Provinciale dei Carabinieri Mantova e l’immediato intervento del Nucleo investigativo di polizia ambientale e forestale del Gruppo Carabinieri Forestale di Mantova ha consentito di accertare che i tre rettili, non presenti alla stato selvatico nella provincia virgiliana, sono protetti dalla Convenzione di Washington (il Cites) che detta disposizioni sul commercio internazionale delle specie selvatiche minacciate di estinzione

I tre animali, dato il periodo coincidente con il prossimo letargo e per non creare inutili stress dovuti ad uno spostamento, sono stati inizialmente lasciati in custodia giudiziaria al Centro Museale, presso il cortile del “Frambus”, e in ultimo formalmente affidate su decreto della Procura di Mantova.

I nuovi “padroni di casa” stanno attualmente trascorrendo, in tranquillità, il periodo di letargo nel Giardino d’Onore del Palazzo Ducale.

Suggerimenti