LA SFIDA

Ottomila nuovi alberi: l’Agenda Brescia corre verso il primo obiettivo

di Manuel Venturi
Passo dopo passo, nuova tappa per la maxi iniziativa ideata dal gruppo Athesis

Un percorso già arrivato alla metà della sua realizzazione, nonostante due grandi «nemici». Il progetto della Loggia che riguarda la messa a dimora di 8 mila nuove piante sul territorio comunale entro fine anno, è giunto al giro di boa: l'obiettivo, che aveva avuto la maggioranza delle preferenze tra i lettori di Bresciaoggi nell'ambito di «Agenda Brescia», inserito all'interno del maxi progetto firmato dal Gruppo Athesis ed ispirato ai 17 obiettivi fissati dall'Onu per il 2030, procede secondo il cronoprogramma stabilito, grazie all'«accelerazione» degli ultimi giorni, con la creazione di una'area di mitigazione ambientale in via Cerca.

Ma non mancano gli ostacoli: da una parte, «i rallentamenti dei cantieri», dall'altra la siccità, perché ora il problema è «tenere in vita tutte le piante che abbiamo messo a dimora». Il progetto, comunque, prosegue e la prossima tappa sarà la stagione «silvestre» a cavallo tra l'autunno di quest'anno e la primavera del 2023. Gli interventi già realizzati sono sparsi in diverse zone della città: all'inizio dell'anno hanno trovato casa oltre 400 piante, soprattutto a Mompiano ma non solo, nell'ambito del progetto «Un filo naturale», finanziato da Cariplo.

Proseguono anche gli interventi al Parco delle Cave: dopo la messa a dimora, nel 2021, di quasi 2300 piante di varie tipologie al lago Gerolotto, quest'anno nell'area ex Recupera sono state posate 2.077 piantine forestali, 294 piante a pronto effetto, oltre a 1.211 arbusti nell’ambito della realizzazione di una grande area boscata di mitigazione di superficie pari a 61.000 mq tra via Serenissima, Tangenziale sud e Via Cerca. Per l'autunno, sempre nell'ambito di «Un filo naturale», prenderà vita la forestazione del parco di San Polo, con 7 ettari in cui troveranno dimora 8.220 piantine forestali e 2.740 piante arbustive, oltre al piano «Interventi di forestazione e costituzione nuovi habitat anche a potenziamento della rete ecologica comunale», con una nuova forestazione a Sanpolino (3,5 ettari) e la realizzazione di nuovi habitat in via Malga Bala, viale Duca Abruzzi, via Acerbi e via del Serpente, per un totale di 1,7 ettari: in tutto, 1.020 piantine forestali, 1166 piante arbustive e 170 piante a pronto effetto.

«In viale Duca degli Abruzzi vogliamo creare uno spazio dove la natura possa entrare in città», aggiunge Cominelli». Per la primavera 2023 nascerà anche un frutteto urbano a Sanpolino con 400 piante miste da frutto e si continuerà il potenziamento delle dotazioni di alberi in vari parchi, con 332 piante a pronto effetto e 120 arbustive. Inoltre, proseguirà il rimboschimento del Parco delle Colline per i danni del nubifragio 2020, con 250 piantine forestali, oltre al progetto di mitigazione lungo la tangenziale Sud. •.