COVID: il punto in Lombardia

Firmata ordinanza per zona arancione rafforzata. Oggi 43 decessi
(ANSA) - MILANO, 23 FEB - A fronte di 35.149 tamponi effettuati, sono 2.480 i nuovi positivi al coronavirus in Lombardia nelle ultime 24 ore (tasso di positività al 7%). Salgono di 17 i casi di ricoverati in terapia intensiva (408) mentre quelli ricoverati non in terapia intensiva sono 3.917 (+91). Sono stati 43 i morti. Cresce l'allarme varianti, in particolare nella provincia di Brescia. Il presidente Fontana ha firmato l'ordinanza per l'istituzione in tutta la Provincia di Brescia e nei Comuni di Viadanica, Predore San Martino, Sarnico, Villongo, Castelli Caleppio, Credaro e Gandosso (Bergamo) e Soncino (Cremona), una zona arancione rafforzata, che prevede anche la chiusura delle scuole d'infanzia, elementari e medie, il divieto di recarsi nelle seconde case e l'utilizzo dello smart working dove possibile". La Regione Lombardia attuerà inoltre una rimodulazione della strategia vaccinale dando priorità alle aree più colpite. L'ordinanza resterà in vigore almeno fino al 2 marzo. Secondo Guido Bertolaso, "a Brescia evidentemente ci troviamo di fronte alla terza ondata". L'economia cerca di mettersi faticosamente in moto. Fiera Milano ha approvato il piano strategico 2021-2025: il fatturato al 2025 è atteso in un range fra 290 e 310 milioni di euro. Nel periodo sono programmati investimenti per 115-125 milioni di euro, di cui 90-100 milioni volti a migliorare l'attrattività e la sicurezza dei quartieri fieristico e congressuale. Sul fronte sportivo, la Milano nerazzurra piange la morte, dovuta a complicazioni post Covid, dell'ex stopper Mauro Bellugi. Oltre un centinaio le persone che hanno assistito oggi ai funerali nella Basilica di Sant'Ambrogio. Presenti tra gli altri Massimo Moratti, Evaristo Beccalossi e Beppe Marotta. Esposto uno striscione dai tifosi della Curva Nord: "Buon viaggio, Bellugi, eroe nerazzurro". (ANSA).
RR