Mattia, mi dissero Covid non sa dov'è Codogno

'Mi pesa essere chiamato Paziente 1, non penso di esserlo'
(ANSA) - MILANO, 05 GIU - " Se penso oggi a un episodio capitato durante il mio secondo ricovero sorrido. Chiedo ad un operatore sanitario se potesse essere un caso di coronavirus e in dialetto mi risponde 'il coronavirus Cudogn ' Ensa' nianche addu sta' che significa 'il Coronavirus non sa neanche dove sia di casa Codogno' e invece siamo stati l'inizio di tutto". Lo ha detto Mattia Maestri, il 'paziente 1' di Codogno, in un'intervista integrale che andrà in onda domani, sabato 6 giugno, alle 14.30 su Sky TG24. "Ho scoperto di essere il paziente 1 solo una volta che ho preso in mano il mio smartphone - ha raccontato -. È lì che ho capito cosa fosse successo e cosa stesse ancora accadendo. Fino ad allora sapevo solo che ero stato ricoverato per una polmonite. Era ciò che mi avevano detto. Ma confesso che non mi pesa essere chiamato paziente 1. Sono il paziente che è stato certificato per primo. Non penso proprio di essere il paziente numero 1". (ANSA).
DIV

Suggerimenti