MILANO

Occupato il Piccolo Teatro

Occupazione del Piccolo Teatro di Via Rovello contro la chiusura continua a causa dell'emergenza Covid
Occupazione del Piccolo Teatro di Via Rovello contro la chiusura continua a causa dell'emergenza Covid
Occupazione del Piccolo Teatro di Via Rovello contro la chiusura continua a causa dell'emergenza Covid
Occupazione del Piccolo Teatro di Via Rovello contro la chiusura continua a causa dell'emergenza Covid

In occasione della Giornata Mondiale del Teatro, il Coordinamento Spettacolo Lombardia ha occupato il Piccolo Teatro Grassi, in via Rovello, nel centro di Milano.

Tecnici, macchinisti, sarte, attori, registi, scenografi, drammaturghi e studenti hanno occupato pacificamente un luogo simbolico,  il primo teatro comunale di prosa d’Italia «fondato con l’impegno di essere  un teatro d’arte per tutti». 

«Stabiliremo qui un parlamento culturale permanente, come luogo di incontri, assemblee, dibattiti e laboratori» dice Valentino Ferro, tecnico luci e lavoratore dello spettacolo.  «Questa azione - aggiunge - si inserisce in una giornata di respiro nazionale per rilanciare le lotte dei lavoratori dello spettacolo e le nostre richieste di riforma, tutela e reddito di continuità. Abbiamo scelto il Piccolo perché è il primo teatro di prosa comunale d’Italia, come scritto nel programma di sala del’47. Per noi è un simbolo».